GIÙ LE MANI DAI COMUNI DI TEMPA ROSSA: QUESTE LE AZIONI PER COMBATTERE LA CRIMINALITÀ

total carabinieri

A fine Agosto l’auto di un dipendente di uno degli istituti privati di vigilanza a cui la Total si è affidata per la sorveglianza interna ed esterna al cantiere di Tempa Rossa è stata bruciata, e nello stesso sito un’altra auto è stata rubata.

Qualche giorno fa una betoniera del gruppo Leone di Roccanova (azienda impegnata nella realizzazione del Centro Olio di Tempa Rossa) è stata data alle fiamme.

Allo stesso tempo, piccoli furti nei paesi interessati dall’estrazione hanno innalzato la soglia di allarme nella Valle del Sauro, tanto da spingere i Sindaci di Guardia Perticara e di Corleto Perticara, rispettivamente Angelo Mastronardi e Antonio Massari, ad alzare la guardia.

A un primo incontro con i responsabili della Total e il comandante della stazione dei Carabinieri di Corleto ne è seguito un altro, con il capitano della tenenza dei carabinieri di Viggiano, per sollecitare un’attenzione ulteriore per la Valle del Sauro; quindi la richiesta al Prefetto di Potenza di un incontro per esaminare gli eventi e studiare iniziative da mettere in campo.

Dalla Prefettura di Potenza la risposta non si è fatta attendere e domani, Venerdì 8 Settembre, alle ore 10:00, è previsto un Tavolo tecnico per affrontare la situazione prima che possa diventare emergenza.

Abbiamo ascoltato il sindaco di Guardia Perticara, Mastronardi, che ha dichiarato:

“La nostra zona è cambiata, c’è un movimento di persone e mezzi che ogni giorno transitano sulle nostre strade e vivono nei nostri comuni.

Sin dal primo episodio avvenuto nel comune di Guardia, io e il sindaco di Corleto abbiamo ottenuto massima disponibilità sia dai Carabinieri sia dal Prefetto, con i quali abbiamo un dialogo costante.

C’è chi parla di fenomeni mafiosi, chi pensa ad azioni di rivendicazione ma al momento sono in corso le indagini dei Carabinieri e noi confidiamo nel loro operato.

Abbiamo già avuto un incontro in Prefettura lo scorso Lunedì mentre ieri mattina a Viggiano abbiamo incontrato il nuovo Capitano dei Carabinieri al quale abbiamo proposto il potenziamento dei controlli nei nostri comuni richiedendo una pattuglia in più.

A Guardia non c’è la stazione dei Carabinieri, facciamo capo a quella di Corleto, per questo motivo ho proposto di istituire almeno una stazione dei Carabinieri Forestali”.

Mastronardi ci ha spiegato che domani nel corso dell’incontro in Prefettura si discuterà delle importanti iniziative, volte alla sicurezza del territorio, da attivare nel breve in entrambi i comuni presi di mira dai malviventi.

Tra le proposte c’è l’attivazione di un sistema di videosorveglianza da ubicare:

  • nelle aree d’accesso dei paesi;
  • nel parcheggio Total;
  • nel tratto stradale della Saurina.

Total si è resa disponibile a contribuire alle spese di realizzazione dell’impianto di videosorveglianza che sarà attivo nel giro di un paio di mesi per via dell’iter burocratico da seguire (approvazione in consiglio comunale, autorizzazione Prefettura, gara d’appalto e realizzazione lavori).

Il primo cittadino di Guardia Perticara ha aggiunto:

“Ho invitato i cittadini a collaborare con l’amministrazione e le forze dell’ordine, segnalando ogni anomalia riscontrata.

Altro problema da sottoporre all’attenzione della Prefettura nell’incontro di domani è la realizzazione dei controlli di quartiere perché ho bisogno di conoscere le generalità e la provenienza di tutti gli operai Total che risiedono a Guardia.

Guardia Perticara conta 600 anime ma con l’avvio dei cantieri di Tempa Rossa questo numero è lievitato notevolmente, basti pensare che le case vuote in paese sono state tutte affittate e disponiamo anche di un campo base che ospita circa 200 operai”.

Dunque per Mastronardi il petrolio è una risorsa in termini di sviluppo e occupazione ma c’è bisogno di tranquillità perché la tutela dei cittadini e dell’ambiente hanno priorità.