L’ECONOMIA “GLOCALE” – THINK GLOBAL, ACT LOCAL!

Il termine glocale (I paradossi del glocalismo – Serge Latouche, Università di Parigi) è fusione di due parole: globale e locale (Zygmunt Bauman).

A ben pensarci, la globalizzazione è infatti come un Giano bifronte… uno dei lati è il localismo.

Chi interpreta la mondializzazione come processo di civilizzazione in un’ottica di graduale occidentalizzazione del mondo non può fare a meno di interessarsi non soltanto alla globalizzazione dei mercati in un’ottica economicista, ma anche agli effetti culturali che essa comporta.

Interroghiamoci sui rapporti fra culture locali e cultura globale.

Qual’è il ruolo delle culture “tradizionali” in una società globalizzata e multiculturale?

E’ possibile preservare le “identità” locali, sottraendosi al localismo e al particolarismo?

Come costruire un legame fecondo fra le culture locali e le altre che convivono nelle società europee?

Il problema si pone in termini paragonabili alla questione della sopravvivenza delle economie locali rispetto allo sviluppo di un’economia mondiale. Allora si può parlare di “glocalismo” culturale come si parla di “glocalismo” economico.

Contrariamente alla visione economicista, l’economia non è infatti un concetto avulso da quello di cultura, fa parte di essa e in casi limite tende a prenderne il posto.

L’economia mondiale dettata dalla cultura occidentale, ha degli effetti dominanti sulle altre parti del mondo ma è anche vero che paesi dalla forte identità locale tengono testa a questo dinamismo economico grazie alle proprie peculiarità intrinseche.

Dunque bisogna parlare del cosiddetto “sviluppo locale” in termini di “ricadute” della globalizzazione, delle reazioni locali di fronte alla globalizzazione e di “nuove cittadinanze”.

Il quadro mostra come è sottile il limite e come l’economia globale tragga linfa vitale da quella locale (e viceversa).

L’obiettivo è dare, appunto, una chiave di lettura bidirezionale che stimoli i player del business a riflettere e a creare sviluppo senza abbandonare botteghe ma a re-interpretarle in chiave “mondo” esplorando nuovi mercati diventati a portata di mano.

Proviamoci…non aspettiamo!

#glocal #cobiz

Vita Triani – Cummunity Manager