Rionero: l’azienda “Cantine del Notaio” conquista ben 8 premi al Vinitaly 2019! Complimenti

I colori, i profumi e la bontà delle uve del Vulture sono stati protagonisti anche quest’anno alla 53^ edizione di Vinitaly.

Il prestigioso Salone Internazionale dei vini e dei distillati si è appena concluso e ha ospitato ben 4.600 aziende con oltre 16mila etichette in degustazione.

Larghissima la partecipazione a 5StarWines, la selezione annuale di vini organizzata da Vinitaly, resa credibile grazie a una giuria composta da esperti internazionali altamente qualificati, selezionati tra Master of Wine, Master of Sommelier, diplomati WSET, VIA expert e ambassadors, enologi e giornalisti.

A garantire l’oggettività della competizione, la differente provenienza geografica e la varietà dei profili professionali dei giudici, nonché il particolare metodo di degustazione.

Tutti i vini partecipanti alla selezione 5StarWines e Wine Without Walls (sezione di 5StarWines), infatti, sono valutati dalla giuria durante tre giornate di degustazione alla cieca.

A ciascun vino è assegnato prima un punteggio parziale, sulla base di un’attenta analisi visiva e gusto-olfattiva, poi uno complessivo.

Tra le aziende premiate al Vinitaly 2019 dalla guida 5StarsWines c’è anche “Cantine del Notaio” di Rionero con:

  • Aglianico del Vulture doc “Il Sigillo” 2013;
  • Aglianico del Vulture doc “La Firma” 2001;
  • Aglianico del Vulture superiore docg “La Firma” 2012;
  • Aglianico del Vulture doc “Macarico” 2016;
  • Aglianico del Vulture doc “Il Repertorio” 2016;
  • Basilicata IGT bianco “Il Preliminare” 2018;
  • Basilicata IGT bianco “Il Patto” 2018;
  • Basilicata IGT bianco dolce “L’Autentica” 2016.

Altri riconoscimenti di grande prestigio, dunque, per il buon vino del Vulture.

Facciamo i complimenti all’azienda “Cantine del Notaio” di Gerardo Giuratrabocchetti che, dopo essere stata eletta Cantina dell’Anno al Vinitaly 2018, ha dato ulteriore lustro alla nostra splendida terra grazie a ben 8 riconoscimenti.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)