A Potenza arriva il primo laboratorio didattico e digitale allestito in una biblioteca del Mezzogiorno! I dettagli

Il Polo Bibliotecario di Potenza, in collaborazione con l’Associazione Efesto – Fabbri dell’Innovazione Digitale, inaugura venerdì 2 dicembre alle ore 17:00 “La Fabbrica delle Idee”, un laboratorio didattico e digitale, perfettamente integrato nella biblioteca, attraverso il quale l’istituto culturale del capoluogo intende promuovere l’innovazione tecnologica, le competenze digitali e l’apprendimento creativo.

Quello che si candida ad essere il primo spazio permanente dedicato al coding, alla robotica educativa e alla fabbricazione digitale allestito in una biblioteca del Mezzogiorno, è un ambiente dotato di un’ampia gamma di risorse informatiche poste al servizio di un processo collaborativo e generativo basato sui concetti dell’imparare facendo, dell’educazione permanente, della conoscenza condivisa e della partecipazione attiva.

Il Polo Bibliotecario ha programmato un ricco programma di attività formative e laboratoriali gratuite e rivolte a diverse fasce d’età.

Sono previsti corsi, workshop e seminari dedicati ai principali aspetti della rivoluzione digitale: dalla stampa 3D al coding, dalla robotica alla cultura maker, dai software open source alla media literacy.

La dotazione tecnologica e informatica del FabLab sarà sempre a disposizione degli utenti, che potranno prenotarsi e usufruire dello spazio nell’orario di apertura della biblioteca, per creare e condividere i propri progetti con la nascente comunità di makers, programmatori, creativi e semplici appassionati che animerà il laboratorio.

Potranno aderire alla community quanti vorranno condividere le proprie conoscenze, competenze e abilità in un’ottica multidisciplinare.

Con questa iniziativa il Polo Bibliotecario di Potenza si candida ad essere un vero e proprio hub culturale, un crocevia di linguaggi tradizionali e innovativi, uno spazio pubblico di coproduzione creativa e di crescita collettiva, capace di reinterpretare la sua missione di luogo deputato alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio culturale e artistico alla luce delle nuove opportunità offerte dal mondo digitale.

Il laboratorio è anche a disposizione di tutte le scuole che vorranno costruire in collaborazione con la biblioteca un percorso educativo attraverso le tecnologie disponibili, per la formazione STEAM, il coding, il making e la robotica educativa.

Il dott. Luigi Catalani, Direttore della Biblioteca, dichiara:

“Il FabLab che prende vita nel Polo Bibliotecario di Potenza non è solo un ambiente ad alto tasso tecnologico per la sperimentazione e la fabbricazione digitale ma è innanzitutto uno spazio creativo, un laboratorio di idee in cui si impara facendo.

La Fabbrica delle idee, che sposa in pieno la filosofia open e il paradigma di una cultura aperta e accessibile a tutti, si inserisce coerentemente nel contesto di una biblioteca innovativa che favorisce l’integrazione di risorse, contenuti e strumenti diversi.

Se il valore sociale della biblioteca si misura anche attraverso la capacità di sviluppare le competenze del ventunesimo secolo e di creare molteplici occasioni di confronto, di scambio culturale e di orientamento alle professioni del futuro”.

Così Pasquale Macchia, Presidente dell’Associazione Efesto – Fabbri dell’Innovazione Digitale:

“Il FabLab è un laboratorio di sperimentazioni tecnologiche condiviso, uno spazio in cui si sviluppa personal fabrication, concetto che fa riferimento a una scala di produzione individuale, e in cui si creano le condizioni ideali per inventare nuovi oggetti in un continuo processo creativo.

La Fabbrica delle idee mette a disposizione postazioni desktop con software professionali, computer piccoli quanto una carta di credito, robot costruibili, schede programmabili, un incisore laser e una stampante 3D di nuova generazione e contiene al suo interno anche un laboratorio di digitalizzazione e di produzione multimediale”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)