A Potenza sit-in per denunciare la situazione climatica locale e globale! Ecco i dettagli

Dalle ore 12:00 alle ore 13:00 di Martedì 21 Giugno, si terrà un sit in (manifestazione statica con uso di amplificazione vocale) di solidarietà sotto l’ingresso del Palazzo della Giunta Regionale di Basilicata, in via Verrastro n° 4, in occasione dell’avvio della seconda udienza del processo denominato “Giudizio Universale”, che si celebrerà in contemporanea presso il Tribunale di Roma.

È quanto annuncia il Coordinamento regionale NO TRIV – Basilicata che aggiunge:

“Dopo le prime cause intentate da cittadini ed associazioni (spesso con esito favorevole) in altri paesi europei, si tratta di un processo allo Stato per non aver fatto il necessario per evitare il colpevole concorso ad aggravare la situazione climatica locale e globale.

Già dal Luglio 2019 il Coordinamento nazionale No Triv ha formalmente aderito alla causa, sottoscritta da numerosi soggetti ricorrenti.

Nell’udienza fissata presso il Tribunale di Roma il prossimo 21 Giugno verranno messi in campo i mezzi istruttori, con relativa discussione delle prove.

Contestualmente dovrebbe essere nominato allo scopo un CTU (Consulente Tecnico).

Se tali previsioni verranno accettate dalla Corte, vorrà dire che il Giudice vorrà entrare concretamente nel merito della causa.

Ad oggi sono state depositate memorie e controdeduzioni sia da parte dei ricorrenti che da parte dello Stato.

Per rimarcare l’importanza di questa delicata fase decisionale, nonché per denunziare l’ulteriore inversione di marcia intrapresa dalle attuali politiche governative anche rispetto al Pniec, agli accordi di Parigi e di Glasgow, quindi rispetto alla strombazzata strategia del Green New Deal, dalle 12 alle 13 di Martedì 21 Giugno si terrà un sit-in sotto il Tribunale di Roma, seguito, a fine udienza, da valutazioni in conferenza stampa”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)