Basilicata, pagamenti misure a superficie: “L’obiettivo è pagare gli agricoltori”! I dettagli

Risolvere le problematiche che bloccano i pagamenti delle misure a superficie.

È questo l’obiettivo dettato dall’assessore alle Politiche agricole e forestali Francesco Fanelli, per il quale è necessario far convergere tutti gli sforzi e le possibili soluzioni per risolvere questioni che si protraggono da anni.

Una linea condivisa al tavolo verde svoltosi oggi presso il dipartimento regionale alle Politiche agricole, a cui hanno partecipato l’Assessore, il dirigente generale, l’Autorità di gestione del Psr Basilicata 2014-2020, il dirigente dell’ufficio erogazioni comunitarie in agricoltura (Ueca) e i rappresentanti delle organizzazioni agricole (Coldiretti, Cia, Confagricoltura, Copagri).

La riunione odierna del Tavolo verde – dedicata quasi esclusivamente al tema dei pagamenti delle misure a superficie – fa seguito ad appositi incontri tecnici fra gli uffici regionali e i responsabili dei Centri di Assistenza Agricola.

È stato stabilito un percorso condiviso che prevede ritmi di lavoro serrati dettati dalla scadenza del prossimo 30 Giugno, termine ultimo per provvedere alla liquidazione delle domande di pagamento e risolvere le anomalie segnalate dal sistema informatico automatizzato dell’organismo pagatore nazionale, l’Agea, dove risultano bloccate un numero imponente di pratiche relative alle misure a superficie (biologico, integrato, semina su sodo, indennità compensativa) del triennio 2016-2019.

Ha detto l’assessore Fanelli:

“Il numero delle domande bloccate è sicuramente consistente, ma ci sono situazioni differenti per tipologie e importi.

Apprezzo il lavoro di concertazione e il percorso intrapreso, perché l’obiettivo è pagare gli agricoltori”.

Un problema, quello dei pagamenti delle misure a superficie entro il 30 Giugno, condiviso da tutte le Regioni che, attraverso il coordinamento degli assessori, sarà posto all’attenzione del prossimo incontro con il Ministro delle politiche agricole, con l’obiettivo di un intervento sulla commissione UE per differire di un anno la scadenza sui pagamenti imposta dal regolamento comunitario.

Dopo l’incontro dei giorni scorsi, tra rappresentanti delle Regioni e funzionari Agea, in maniera collettiva è stato definito un calendario di incontri bilaterali.

Per la Basilicata due gli appuntamenti in agenda: il 3 Marzo e il 16 Aprile, giornate in cui i tecnici dell’Organismo pagatore nazionale saranno a disposizione per definire i problemi informatici e affrontare le specificità su casistiche generali e particolari.

L’impegno da parte di tutti è velocizzare la gestione delle anomalie ed è stato fissato un nuovo incontro del tavolo verde per il 5 Marzo, per fare il punto della situazione.

Altro argomento di discussione è stato l’avanzamento delle filiere produttive.

L’Adg del Psr ha spiegato che si stanno chiudendo le istruttorie ammesse a finanziamento, sia della prima che della seconda fase, e che è già stato pagato oltre 1 mln di euro sulla misura 4.1 e 5,8 mln di euro sulla misura 4.2.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)