Basilicata, stagione di caccia ormai alle porte: ecco calendario e dettagli

La stagione venatoria in Basilicata avrà inizio il 18 settembre 2022 e terminerà il 29 gennaio 2023.

Lo stabilisce il calendario venatorio approvato dalla Giunta con una deliberazione proposta dall’assessore per le Politiche Agricole, Forestali ed Alimentari Francesco Cupparo.

Tra le novità più significative l’introduzione per quanto riguarda la caccia alla tortora di un sistema di monitoraggio del prelievo mediante App che verificherà in tempo reale in ogni giornata di caccia i prelievi realizzati e li sospenderà al raggiungimento del piano di prelievo massimo di 899 tortore, fornendo tempestiva comunicazione a tutti i cacciatori iscritti all’App (iscrizione obbligatoria) attraverso specifica notifica.

Tutti i cacciatori che hanno ritirato il “Tesserino venatorio regionale 2022-2023” possono accedere all’App messa a disposizione della Regione Basilicata gratuitamente.

Sono inoltre previsti interventi di miglioramenti ambientali a fini faunistici, allo scopo di migliorare e/o ripristinare condizioni favorevoli alla specie.

La caccia al cinghiale è consentita dal 15 ottobre 2022 al 15 gennaio 2023 esclusivamente in squadra e solo in battuta e braccata con l’uso esclusivo di munizioni senza piombo, nei giorni di mercoledì, sabato e domenica.

Il termine di iscrizione delle squadre alla caccia al cinghiale è fissato al 15 settembre 2022.

E’ consentito l’abbattimento occasionale dei cinghiali in forma individuale, senza l’ausilio di cani da cinghiale, esclusivamente al di fuori dei Distretti di Gestione.

Il Comitato Direttivo di ciascun Ambito Territoriale di Caccia, entro il 30 settembre 2022 trasmette il proprio provvedimento di recepimento della Direttiva regionale all’Ufficio competente della Direzione Generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Inoltre per la Caccia di selezione al cinghiale (Sus Scrofa) il prelievo di selezione alla specie cinghiale è consentito in attuazione di uno specifico piano di abbattimento selettivo, redatto dalla Regione previo parere favorevole dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

La stagione venatoria per la specie colombaccio (Columba palumbus) ha inizio il 1 ottobre 2022 e termina il 9 febbraio 2023.

Esclusivamente nelle giornate del 1, 3, 4, 7, 10, 11, 14, 17 settembre 2022 ai soli cacciatori residenti e domiciliati in Basilicata, unicamente da appostamento temporaneo, è consentito il prelievo per le specie:

  • gazza (Pica pica);
  • cornacchia grigia (Corvus corone cornix);
  • ghiandaia (Garrulus glanadarius).

E’ consentito il prelievo giornaliero per massimo 5 capi della specie tortora (Streptopelia turtur), esclusivamente nelle giornate del 1, 4 e 10 settembre 2022 ai soli cacciatori residenti e domiciliati in Basilicata, mediante l’appostamento temporaneo e limitatamente agli ambienti con presenza di stoppie, negli incolti lungo i corsi d’acqua, lungo i canali alberati e all’esterno di aree boscate.

Ai cacciatori non residenti e non domiciliati in Basilicata, l’accesso agli AA.TT.CC. è consentito dal 1° ottobre 2022 al 29 gennaio 2023 limitatamente al prelievo venatorio delle specie migratorie.

A partire dalla prossima settimana avverrà la distribuzione dei tesserini ai Comuni che provvederanno alla consegna ai cacciatori.

Dall’analisi dei dati dei tesserini rilasciati negli ultimi anni, ai cacciatori residenti in Regione Basilicata e dei permessi rilasciati dagli AATTCC ai cacciatori extra-regionali, risulta che il numero dei cacciatori è diminuito di almeno il 25% in Basilicata.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)