Potenza: “Inaccettabili i ritardi di questi pagamenti”. Ecco la situazione

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di Uil Fpl Basilicata:

“Vi è grande fermento fra il personale ASP, soprattutto fra le categorie aventi diritto alle indennità accessorie, poiché per queste ultime non sono state erogate, come concordato nell’ultima delegazione trattante.

Oltre al danno anche la beffa visto che, ancora oggi, gli importi delle spettanze contrattuali, per quanto incomplete, non sono state ancora accreditate presso gli istituti bancari.

Gli arretrati in questione sicuramente non arriveranno a dicembre come era stato concordato e richiesto dalla UIL FPL e questo è un fatto molto grave.

Non è difficile pensare che l’ASP è rimasta indietro perché l’Azienda esterna che gestisce i processi contabili non è stata nelle condizioni di rivalutare il montante salariale e ricalcolare interamente la parte relativa alle indennità accessorie degli anni di riferimento.

Condizione prevedibile che, di certo, non necessita di canali privilegiati per intuirla, come strumentalizzato dalla FIALS di Potenza che, prima di soppesare gli altri, farebbe bene a rivedere le posizioni sensibili ricoperte dai suoi alti dirigenti che fanno registrare il dilagare di inaccettabili metodi clientelari di tipo sindacale, per non parlare del Segretario Provinciale FIALS che addirittura compare fra i componenti del Comitato Etico Unico Regionale, organo importante e delicato che ha competenze in materia di sperimentazione clinica che si svolgono sul territorio regionale presso le Aziende Sanitarie.

Questo intollerabile ritardo non fa onore ad una delle più grandi Aziende Sanitarie della Basilicata che, a parere della scrivente, dovrebbe prendere seri provvedimenti nei confronti dell’Azienda Supporter eventualmente responsabile del ritardo.

Inaccettabili sono anche i ritardi relativi al pagamento della produttività 2021 e delle differenze retributive spettanti agli infermieri che hanno svolto l’attività aggiuntiva per la somministrazione dei vaccini, nonché le maggiorazioni previste ai tecnici/amministrativi cosiddetti ‘data entry’.

In ragione della gravità di quanto sopra descritto, la UIL FPL chiede di regolarizzare le spettanze e di applicare agli emolumenti, qualora dovessero essere elargiti nell’anno 2023, la tassazione separata essendo erogati in anni successivi a quello della maturazione, secondo quanto previsto dall’articolo 17, comma 1, lettera b), del Testo unico delle imposte sui redditi, TUIR, approvato con d.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917″.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)