Potenza: finalmente l’erogazione degli incentivi Covid-19 agli operatori impegnati nell’emergenza! I dettagli

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di UIL FPL Basilicata:

“Nella Delegazione Trattante di ieri, 1 dicembre, le parti hanno concordato di erogare con la mensilità di dicembre gli incentivi Covid19 agli operatori impegnati durante la prima fase dell’emergenza sanitaria del periodo marzo/aprile 2020.

L’accordo prevede l’erogazione del 70% dell’importo spettante al S. Carlo dalla prima ripartizione agli operatori collocati in fascia A e del 30% collocati in fascia B e C.

Al S. Carlo, per via di una errata trasmissione dei dati, fatta dall’amministrazione nella tarda primavera scorsa, spetta ancora un 10% dell’ammontare del fondo complessivo regionale, lasciato come riserva proprio per far fronte ad eventuali errori.

Parliamo di altri 200 mila euro circa che saranno ripartiti ed erogati all’inizio del prossimo anno.

Perciò, tali somme erogate a dicembre sono da intendersi come anticipazioni, perché l’accordo del 16 luglio scorso prevede non solo la ripartizione del suddetto 10%, ma anche la individuazione di ulteriori risorse che dovranno ristorare questa seconda fase dell’emergenza.

Ricordiamo che la Regione ha utilizzato per il momento solo i fondi nazionali non avendo individuato risorse aggiuntive dal suo bilancio.

In questa seconda fase potremo contare su una quota dei 38 milioni di euro spettanti alla Basilicata sui quattro miliardi stanziati dal Ministero della Salute.

A questi nuovi fondi, da individuare e contrattare, chiederemo la Regione dovrebbe individuare  risorse aggiuntive in modo da ristorare in modo adeguato chi, a rischio della propria vita e della propria salute, combatte in prima linea questo mostro orribile.

L’avvio, si spera, di una nuova fase di dialogo con l’Amministrazione regionale dovrebbe portare già nei prossimi giorni a sbloccare la situazione.

La Uil FPL, pertanto, ringrazia tutti gli operatori del S. Carlo per il grande sforzo che stanno facendo per contrastare questa pandemia.

Non esiste prezzo che possa ripagare un impegno così responsabile e qualificato, profuso con tanta generosità in questo momento così drammatico.

Perciò, chiede alle istituzioni una maggiore attenzione alle richieste del sindacato e degli operatori del SSR e che la retorica degli ‘eroi’ lasci spazio al sostegno concreto e a ristori più generosi”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)