Coronavirus, Balvano “zona rossa”: sindaco rimprovera alcuni concittadini irresponsabili! Ecco le sue parole

Scrive il Sindaco di Balvano (PZ), Costantino Di Carlo, dopo che il suo territorio di competenza è diventato “Zona rossa”:

Era il 14 Aprile, quando manifestai la mia preoccupazione per quello che stava accadendo nella nostra Comunità.

Dissi in un video e scrissi:

‘Non facciamo covare i CARBONI sotto la CENERE o poi sarà l’incendio’.

Ed eccoci qua!

Dal 01 Maggio e fino al 09 Maggio saremo in ZONA ROSSA.

Viviamo per fortuna in una Comunità fatta da una stragrande maggioranza di persone serie e responsabili.

Ma senza giri di parole (e senza generalizzare) se siamo a questo punto, lo dobbiamo:

  • alla SUPERFICIALITÀ e STUPIDITÀ di alcuni comportamenti;
  • all’EGOISMO di chi pur avendo sintomi ha giocato sporco sulla pelle di tutti noi evitando di isolarsi;
  • a chi, POSITIVO, ha OMESSO di comunicare i propri contatti stretti, permettendo così al VIRUS di girare indisturbato fra gli asintomatici e non della nostra Balvano (PZ).

A nulla è servito chiudere le Scuole, fra l’altro illegittimamente, visto che il Decreto Legge 52 del 22 Aprile, neppure lo consente più, tranne se succede il cataclisma.

E non giochiamo a dare colpe alla Scuola, che fra l’altro, ha tre casi positivi su oltre un centinaio che abbiamo dall’inizio della pandemia.

La Scuola è VITTIMA, non CARNEFICE!

Chi ha alimentato, coscientemente e spregiudicatamente questa condizione che stiamo pagando tutti, dovrebbe vergognarsi e chiedere scusa.

Da stanotte a mezzanotte e un secondo a Balvano (PZ) si ferma tutto.

Speriamo almeno possa servire!!!

PS. I Carabinieri controlleranno ogni angolo del centro abitato e delle campagne e da quanto mi è parso di capire non faranno sconti a nessuno”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)