Potenza, Elisa Claps aveva solo 16 anni quando quel 12 Settembre 1993 non fece più ritorno: “uccisa per aver detto no”

Ancora un altro anno è passato.

Oggi sono 27 anni senza Elisa Claps, 16enne che resterà per sempre impressa nel cuore dei potentini e di quanti hanno conosciuto il suo sorriso e la freschezza dei suoi anni.

Come tutti tristemente sanno, Elisa la mattina del 12 Settembre 1993, uscì da casa sua per un appuntamento dal quale non fece più ritorno.

Il suo cadavere è stato ritrovato 9 anni fa, nel sottotetto della Chiesa della Santissima Trinità, nel Centro Storico di Potenza.

Il suo assassino, Danilo Restivo, condannato a 30 anni di carcere.

Nonostante la ferita per quella tragica scomparsa sia viva come il primo giorno, tra le tante lacrime versate e le risate di quella timida ragazza che ormai risuonano tra le onde del tempo, c’è chi vuole ricordare la giovanissima Elisa non solo oggi, ma oggi giorno, affinchè ciò che ancora non è stato svelato, venga alla luce.

E’ ciò che le autrici della pagina Facebook “In memoria di Elisa Claps” fa da sempre.

Così quest’anno ricordano la tragica scomparsa della giovane:

“Ricordando Elisa, che quel 12 settembre uscì di casa e non fece più ritorno.

Uccisa per aver detto no…. si è difesa fino all’ultimo… massacrata con 13 coltellate al torace e alla schiena e lasciata morire sola in quel sottotetto maledetto, dove è stata occultata per 17 anni…. quando lei di anni ne aveva appena 16”.

A Elisa, eterno fiore di Potenza, va il nostro pensiero costante accompagnato da un forte abbraccio alla famiglia che l’ha perduta troppo presto.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)