LA FERRERO SEMPRE PIÙ PRESENTE IN BASILICATA! ECCO LE OPPORTUNITÀ

Come vi avevamo annunciato, lo scorso 5 Giugno è stato sottoscritto il contratto di acquisto a lungo termine tra la Rete Basilicata in Guscio e la Ferrero.

Il contratto, che è il secondo di questo tipo sottoscritto in Italia ma il primo al sud, prevede l’impegno da parte di Ferrero di acquistare il 75% delle nocciole prodotte dalla rete per i prossimi venti anni.

Un contratto unico nel suo genere nel campo agricolo che da ai produttori basi solide su cui costruire un investimento al lungo termine.

I punti cardine del contratto riguardano, insieme alla durata, altri elementi che rendono il Progetto Nocciola Italia, promosso dalla Ferrero Halzelnut Company, la divisione interna del Gruppo Ferrero interamente dedicata alla nocciola, un volano importante per l’agricoltura lucana.

Il contratto garantisce ai produttori, in ottica di lungo periodo un prezzo minimo di acquisto, mette a disposizione dell’aggregazione  strumenti tecnologici per la gestione integrata sostenibile e moderna delle piantagioni e favorisce  il monitoraggio dello stato di salute dei noccioleti e dell’ambiente, con l’obiettivo di generare la tracciabilità e sostenibilità delle produzioni, mette a disposizione dell’aggregazione le competenze di Ferrero nella scelta delle varietà più adatte e fornisce attività di consulenza alla struttura tecnica della rete.

La rete di impresa Basilicata in Guscio, ad oggi conta già 27 aziende aderenti, di cui 23 agricole che hanno già impiantato oltre 100 ettari su tutto il territorio regionale.

Il piano di sviluppo presentato dalla rete a Ferrero, prevede lo sviluppo in 5 anni di 1500 ettari.

Obiettivo ambizioso ma sicuramente raggiungibile.

Un impianto corilicolo (è così che si chiama un campo coltivato a nocciole) non richiede ne grandi investimenti, ne tanta manodopera e da una buona redditività nel lungo termine.

I terreni lucani sono particolarmente vocati a questa coltura.

Ferrero e Regione Basilicata hanno inoltre sottoscritto un accordo di programma e hanno prodotto una mappa di vocazionalità dalla quale è possibile evincere quali sono i terreni più adatti alla coltivazione corilicola.

A tal proposito la Regione Basilicata ha organizzato un evento per presentare agli imprenditori agricoli della regione il progetto di filiera avviato da Hazelnut Company, divisione interna del Gruppo Ferrero dedicata alla nocciola, mettendo a confronto i protagonisti della filiera corilicola e i modelli di aggregazione agricola della regione.

Il convegno “PROGETTO NOCCIOLA ITALIA. Un futuro da coltivare. Insieme.” si terrà Venerdì 6 Luglio alle ore 9:30 nell’Istituto Professionale Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale “G. Fortunato” in Viale Europa a Sant’Arcangelo (PZ).

Il Progetto affonda le proprie radici nell’eccellenza dell’Agricoltura Italiana, sostenendo lo sviluppo della filiera qualitativa della nocciola, già realtà fiorente nel comparto frutta a guscio nazionale.

Attraverso il modello di crescita contenuto nel Progetto Nocciola Italia, si creano le condizioni per una concreta opportunità di riconversione e valorizzazione di ampie superfici del nostro territorio.

Il Progetto si caratterizza anche per un nuovo modello di business sancito da un contratto di riacquisto del prodotto nel lungo termine, strumento di sviluppo economico e sociale della filiera corilicola di qualità.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)