“Maxi-Bonus di Natale per i deputati e milioni di famiglie stentano ad arrivare alla fine del mese”. I dettagli

Riceviamo e pubblichiamo una nota del Libero Sindacato di Polizia:

“Un maxi-bonus di Natale per i deputati di 5500 , i parlamentari possono utilizzare la somma per le dotazioni tecnologiche per acquistare smartphone, cuffiette, tablet,  PC e monitor fino a 34 pollici.

La scorsa legislatura – secondo quanto ricostruito da importanti organi di informazioni – il bonus fu meno della metà 2.500 €, più che raddoppiato rispetto alla precedente legislatura che, sotto la guida dell’ex presidente Roberto Fico, furono anche soggetti a serrati controlli  rispetto alle presenze in aula degli stessi deputati.

Sembra un vero e proprio regalo di Natale, che riceveranno solamente  i componenti della Camera dei deputati”.

A tal riguardo il Segretario Generale Nazionale del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.) Antonio de Lieto ha dichiarato:

“il bonus di 5500 € per i deputati, riferito all’acquisto di materiale tecnologico, è un vero e proprio schiaffo alla miseria!!

Giova evidenziare che i signori deputati percepiscono stipendi stratosferici pertanto si possono permettere di acquistare materiale tecnologico per importi ancor più superiore al bonus.

In questi giorni di freddo, il pensiero volge verso i clochard, quei cittadini invisibili, che tutti incontriamo nei posti più diversi, che comunemente, vengono chiamati “barboni” e che tanti fingono di non vedere.

Strano Paese, il nostro.

Si elargiscono 5500 € ai deputati per l’acquisto di  materiale tecnologico ma non se ne trovano, per garantire un tetto ed il minimo vitale, ad esseri umani, a nostri fratelli, che non hanno la forza di protestare, di urlare la loro rabbia verso l’indifferenza di tanti.

Un invalido, riceve 280€ al mese, milioni di pensionati, hanno pensioni di circa 500 €, o anche meno, milioni di altri pensionati stentano ad acquistare l’indispensabile, milioni di famiglie stentano ad arrivare alla fine del mese e, nel tempo, hanno attinto, mese dopo mese, ai risparmi, diligentemente accantonati  in passato, ora per molti, questa risorsa si è esaurita o si sta esaurendo.

Gli Italiani sono sempre più poveri, in tanti  non riescono ad arrivare alla fine del mese.

Il nostro è, praticamente, un Paese dalle tasche vuote. La disoccupazione è alle stelle ed il governo cosa fa?

Si preoccupa di assegnare somme di denaro corpose ai deputati per l’acquisto del materiale sopra evidenziato.

Che dire poi della “crociata” del governo con il fine di abolire il reddito di cittadinanza, unica fonte economica per molti italiani poveri!!!”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)