POTENZA, PREVISTE NUOVE STRUTTURE COMMERCIALI E ABITATIVE: LA CITTÀ SARÀ INVASA DA ALTRO CEMENTO?

Il capogruppo di Lista civica al Comune di Potenza, Antonio Vigilante, si è pronunciato sulla variante prevista per il progetto piano volumetrico della Zona F12 Verderuolo Inferiore (zona Fondovalle) che a suo avviso porterebbe solo altro cemento in città.

La variante infatti prevede l’edificazione di strutture commerciali, direzionali e abitative per circa 30.000 metri quadri, e a tal proposito riportiamo i punti salienti dell’intervento di Vigilante:

“Dopo 2 anni di tregua la città verrà nuovamente invasa da altro cemento.

“La città ha bisogno di altro cemento?

“In una città dove aumentano in maniera preoccupante i locali sfitti e invenduti, dove il centro va morendo e dopo il flop dell’espansione di Gallitello, in piena contrazione economica e demografica, dobbiamo constatare che si cementificano spazi verdi, si congestiona un’arteria fondamentale come viale dell’Unicef, si continua a degradare il territorio e il tessuto urbano, autorizzando politiche pedestri di speculazione urbanistica a beneficio dei soliti arcinoti imprenditori.

“La realizzazione di questa nuova ulteriore superficie commerciale, oltre ad essere priva di logica e sbagliata nei presupposti, aggraverà, soprattutto, l’agonia dei commercianti del centro, nonché di quelle attività di prossimità dei rioni attigui a viale dell’Unicef, come minimarket, salumerie, macellerie.

“Il Sindaco bene avrebbe fatto a portare in Consiglio comunale il caso sottoponendolo a un ragionamento completo sul tema del consumo del suolo.

“Ciò non si è voluto fare, preferendo la strada facile (e disastrosa) della speculazione edilizia, che ha fatto la fortuna di tante carriere politiche ed è stata la storica disgrazia per i potentini, vittime di una città cresciuta male e, purtroppo, con la memoria sempre troppo corta”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)