A Tito riaperta questa strada: “Abbiamo restituito serenità ai residenti, ai commercianti e a chi vi transita”. L’annuncio

Sono stati completati i lavori per il consolidamento del Fosso di Sant’Antonio.

A distanza di un anno, quando il Sindaco Graziano Scavone dovette emettere una ordinanza per disporre la chiusura del tratto per la particolare situazione creatasi nella parte sottostante, la strada è stata riaperta al transito veicolare ed è stata ripristinata la sicurezza dell’area.

Dopo la chiusura, immediatamente l’amministrazione comunale si è attivata per la risoluzione del problema.

Un intervento di 400mila euro che ha riscontrato una serie di problematiche, tutte risolte: dalle interferenze dei sottoservizi all’approvvigionamento dei materiali e tanto altro.

Il sindaco Scavone, per favorire una accelerazione ha assunto la delega di sub-commissario al rischio idrogeologico per questo intervento.

Circostanza che ha aiutato tanto l’esecuzione dei lavori e il completamento degli stessi.

Dichiara il sindaco Graziano Scavone:

“Ai cittadini dobbiamo consegnare risposte chiare e fatti.

E’ vero, è trascorso del tempo prima di vedere la conclusione di questi lavori.

Le lamentele sono legittime, ma non è stato tempo trascorso invano.

Ci sono state una serie di problematiche che abbiamo dovuto affrontare, di non poco conto: dalla copertura finanziaria, all’elaborazione di un progetto esecutivo, all’espletamento della gara, alle interferenze con i sottoservizi e i tanti problemi di questo periodo difficile che sta creando non pochi ritardi a causa dell’aumento dei prezzi e dell’ approvvigionamento dei materiali.

Quest’ultima problematica, ad esempio, ci ha fatto perdere tutto il mese di agosto in attesa che consegnassero le travi prefabbricate.

E poi i tempi previsti dalla norma per il collaudo tecnico.

Problemi che stanno rallentando tutti i cantieri pubblici, come ad esempio la nuova scuola di Tito Scalo, e che stanno compromettendo seriamente l’avvio dei lavori alla scuola Cafarelli e del Parco fluviale.

Un ringraziamento va a all’impresa, ai tecnici incaricati e all’ufficio tecnico comunale per il lavoro svolto che si è completato comunque prima della scadenza dei termini contrattuali.

Abbiamo restituito serenità ai residenti della zona, ai commercianti e ai tanti utenti che quotidianamente transitano sul tratto, mi preme ringraziarli tutti per la pazienza dimostrata.

Ora andiamo avanti coi lavori che riguarderanno un tratto del fosso in località Madonna delle Grazie e via Nuova.

E ancora, progetteremo gli interventi sulla parte restante e cercheremo altri due milioni di euro di finanziamenti, aggiuntivi al milione già concesso, per intervenire lungo tutto il fosso”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)