ARRIVA AL SAN CARLO UNA NUOVA TECNICA AMERICANA DI CHIRURGIA VERTEBRALE: TEMPI DI RECUPERO IN 6 SETTIMANE INVECE CHE 6 MESI!

 

Da ieri all’Ospedale San Carlo di Potenza sarà possibile effettuare interventi di alta specializzazione grazie all’innovativa tecnica denominata XLIF (eXtreme Lateral Interbody Fusion).

La XLIF viene utilizzata per gli interventi di stabilizzazione vertebrale, ed è stata eseguita per la prima volta in Basilicata da Michele Bochicchio, chirurgo vertebrale nel reparto di Ortopedia e Traumatologia del San Carlo diretto da Rocco Romeo.

“Si tratta – spiega il dottor Bochicchio – di una tecnica di recente introduzione che ho avuto modo di imparare negli Stati Uniti e che permette di stabilizzare la colonna vertebrale in maniera veramente mininvasiva, riducendo il trauma sui tessuti sani e riducendo anche  i tempi operatori; un intervento tradizionale può durare fino a 5 ore, al contrario la procedura XLIF può essere completata con successo in circa 60 minuti.

Attraverso una piccola incisione sul fianco si accede alla colonna vertebrale.

Si evita così il passaggio in prossimità delle radici nervose che non devono essere esposte e mobilizzate e non c’è necessità di smontare l’aspetto posteriore della vertebra”.

Inoltre i medici garantiscono che la ripresa funzionale è rapidissima: il paziente è in grado di camminare autonomamente il giorno dopo l’intervento e di andare a casa nel giro di 3-4 giorni e i tempi di recupero sono più rapidi; si ritorna alla vita attiva già dopo 6 settimane invece dei circa 6 mesi richieste da altre procedure chirurgiche.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)