BOCCIATA POTENZA COME CITTÀ CAPOLUOGO PER “MANIFESTA INCAPACITÀ POLITICA!”.

BOCCIATA POTENZA COME CITTÀ CAPOLUOGO PER "MANIFESTA INCAPACITÀ POLITICA!".

 

Dal 25 Marzo 2016 partirà la provocazione lanciata dal periodico “La Grande Lucania- comunicazione e servizi Business’’, per indire un referendum finalizzato a far decadere Potenza da città capoluogo, per manifesta incapacità politica di assolvere a tale ruolo.

Il periodico di annunci, informazione e servizi in generale distribuito gratuitamente ha riportato nel retro e a tutta pagina uno slogan a lettere rosse e blu (come i colori del capoluogo di regione) al centro di un grande sole rosso e giallo dove c’è la scritta in rosso “Bocciata’’ che si sovrappone trasversalmente a quelle in azzurro ‘’Potenza città capoluogo !!!’ .

Tale richiesta è nata dal malcontento degli elettori circa l’operato dell’amministrazione comunale di Potenza che ha portato non solo al dissesto economico e crisi politica ma anche ad una perdita d’identità di un capoluogo che ha fallito nel ruolo di città regione ‘’erogatrice di servizi’ .

A quanto pare il periodico favorisce Matera, già capitale europea della cultura per il 2019, che deve essere considerata come una opportunità di crescita per tutta la Basilicata.

PZ BOCCIATA600a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)