BRACCIANTI, CONTINUANO LE VIOLAZIONI DEI CONTRATTI

 

Da una relazione dell’organizzazione MEDU (Medici per i Diritti Umani) che ha operato nel periodo da Luglio a Settembre 2015 nelle zone del Vulture – Alto Bradano è emerso che purtroppo la situazione dei braccianti agricoli è rimasta “abbastanza precaria”.

Infatti dalla relazione è emerso che “ben il 92% dei braccianti con regolare contratto continua a ricorrere ad un intermediario per trovare lavoro ed è retribuito a cottimo, in violazione dei contratti provinciali”.

L’organizzazione ha quindi inviato nella zona dei medici e una clinica mobile.

 

 a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)