Campioni del Mondo! Campioni del Mondo! Campioni del Mondo! Così urlavano i telecronisti e tutti noi. Come avete festeggiato?

Una semifinale da brividi contro la Germania, seguita da una finale da Campioni.

Il ricordo dei Mondiali di Calcio 2006 si trascina dietro, ancora oggi, emozioni indescrivibili.

L’Italia si scontrava con la Francia sul campo di Berlino.

Così riassume quella splendida sfida un articolo del Sole24Ore:

“La storia della sfida senza esclusione di colpi tra Marco Materazzi e Zinedine Zidane.

Al 7′ il roccioso difensore della truppa azzurra atterra in area Malouda.

L’arbitro non ha dubbi, calcio di rigore. Sul dischetto, la stella del calcio transalpino, Zizou, che liquida Buffon con un cucchiaio che colpisce la traversa e si insacca in rete.

È 1-0 Francia.

Materazzi non ci sta e vuole rimediare all’errore precedente. Al 19′ ci riesce. Calcio d’angolo Italia. Pirlo inventa, il centrale dell’Inter realizza di testa: 1-1.

Pochi minuti più tardi, Pirlo ci riprova dalla bandiera di fondo campo. La deviazione di Toni si stampa sulla traversa.

Nella ripresa, la Francia preme sull’acceleratore e l’Italia soffre, ma non molla. Anzi, realizza anche un gol, che però l’arbitro Elizondo annulla per fuorigioco di Toni.

Si va ai supplementari e la musica non cambia.

La squadra di Domenech sfiora la rete in due occasioni, ma Buffon si supera. Al 4′ del secondo tempo, il momento chiave.

Materazzi dice qualche parola a Zidane, che non gradisce e atterra l’avversario con una testata che farà il giro del mondo. Zidane espulso e Francia in dieci per i minuti che mancano alla fine della partita.

L’Italia però è troppo stanca e non ne approfitta.

Ci risiamo, calci di rigore. Che non portano benissimo alla nostra selezione. Eppure, qualcosa si muove.

Gli azzurri segnano tutti. La Francia tutti, tranne uno, quello di Trezeguet, che sei anni prima ci aveva condannato all’Europeo olandese. Notti magiche. Italia in trionfo”.

Il 9 Luglio di 13 anni fa è un giorno che ricorderemo per sempre.

Come avete festeggiato?a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)