OGGI È IL 25 APRILE, FESTA DELLA LIBERAZIONE: NESSUNA COMMEMORAZIONE È STATA ORGANIZZATA PER LE VITTIME DELLE STRAGI AVVENUTE A SETTEMBRE DEL 1943 A POTENZA

 

Oggi 25 Aprile l’Italia celebra la “Festa della Liberazione” ossia l’anniversario della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze partigiane durante la Seconda Guerra Mondiale contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l’occupazione nazista.

Anche la Basilicata ricorda le sue vittime di stragi nazifasciste come quella avvenuta il 14 Settembre 1943 in Contrada Poggio Cavallo a Potenza, ma quest’anno per la prima volta il capoluogo non ha organizzato alcuna commemorazione.

A distanza di 73 anni Rionero in Vulture ha voluto ricordare i rioneresi fucilati nel rione “Chiancadin”, nella periferia nord-ovest del paese, che fu il teatro di questo massacro con una cerimonia solenne.

Lo sterminio che colpì Rionero in Vulture (Potenza) nel 1943 dal 16 al 24 Settembre dove furono massacrati, dai nazisti tedeschi, ben 17 contadini per aver sottratto alla requisizione dei reparti in fuga alcuni generi alimentari, nascosti nelle case.

Durante il momento dedicato alla memoria dei trucidati è stato sostituito anche il tricolore a loro dedicato nel 1968 (dall’allora sindaco Enzo Cervellino), sotto la benedizione del Parroco don Giuseppe Cacosso.

 a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)