Potenza: Mons. Nolè riposerà nella cripta della cattedrale di San Gerardo, in quella che fu la sua diocesi di origine. Ecco i dettagli

Ultimo saluto, nella cattedrale di Cosenza, a monsignor Francescantonio Nolè, arcivescovo metropolita di Cosenza-Bisignano, venuto a mancare il 15 settembre nel policlinico ‘Gemelli’ di Roma, dove era ricoverato.

Tanti i fedeli in visita alla camera ardente allestita in cattedrale.

Si è tenuto ieri un rito anche a Potenza, dove monsignor Nolè era nato e dove vi è stata la sepoltura: a tenere la cerimonia è stato l’arcivescovo di Potenza mons. Salvatore Ligorio.

Tra i presenti anche diversi sacerdoti provenienti non solo dalla diocesi di Potenza ma anche da quella di Tursi e di Cosenza assieme ai frati conventuali francescani, ordine di cui faceva parte sin dalla giovane età.

Mons. Nolè riposerà nella cripta della cattedrale di Potenza, in quella che fu la sua diocesi di origine, assieme a mons. Bertazzoni e a mons. Vairo.

Questo il ricordo del Presidente della Provincia di Potenza, Christian Giordano, alla vigilia delle solenne esequie in programma domani nel capoluogo:

“Il dono dell’umiltà, del servizio Cristiano in favore degli ultimi, la sua generosità evidenziata in queste ore di dolore per la dipartita di Mons. Nolè e l’unanime riconoscimento del suo ministero improntato a sobrietà e vicinanza alle comunità che ha amministrato ci fanno vedere con occhi tristi come la sua prematura scomparsa abbia già creato un vuoto nell’animo dei fedeli che ha conosciuto da vicino.

Dal suo borgo natìo alle porte di Potenza, alle sue esperienze seminariali e poi alla guida delle Diocesi lucane e quindi calabresi dove tutti lo piangono in queste ore.

Ci pare doveroso come istituzione locale, riaffermare il primato dell’uomo che vive con i suoi insegnamenti e la sua bontà d’animo oltre il mistero della morte.

Alla sua famiglia ed all’intera comunità ecclesiastica, vadano le condoglianze mie personali e quelle dell’intero Consiglio Provinciale di Potenza che attraverso i suoi esponenti ed i suoi amministratori ne aveva apprezzato il senso di dialogo costante su cui costruire relazioni forti per il bene della nostra comunità”.

Ci stringiamo al dolore della famiglia per questa terribile perdita.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)