Potenza: “ritardi nei pagamenti”. Dipendenti del supermercato in stato di agitazione

Le segreterie regionali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori del supermercato Le Piramidi di Potenza a causa della perdurante assenza di dialogo con l’azienda e della mancanza di chiarezza sul futuro lavorativo dei circa 20 dipendenti, alcuni dei quali appartenenti al medesimo nucleo familiare.

Denunciano Filcams, Fisascat e Uiltucs:

“Più volte, a causa dei ritardi nei pagamenti delle retribuzioni, abbiamo richiesto un confronto con l’azienda, ma la stessa si è sottratta al dialogo”.

Un situazione d’impasse non più sostenibile secondo le tre sigle sindacali che hanno perciò chiesto, con una nota, l’intervento del Prefetto di Potenza sollecitando la convocazione di una tavolo alla presenza dell’azienda e del Comune di Potenza al fine di fare chiarezza sulle criticità nella gestione aziendale e di trovare tutte le soluzioni possibili a salvaguardia dei livelli occupazionali.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)