POTENZA, STRUTTURA FOGNARIA PROBLEMATICA: “INTASAMENTI CHE PRODUCONO FUORIUSCITA DI LIQUAMI”

Il Consigliere Comunale del gruppo Socialist & Democrats Antonio Pesarini, ha posto un’interrogazione urgente in merito alla precaria struttura fognaria a servizio degli immobili situati in Via Danzi, in Via Alianello e in Via Stigliani nel Rione Malvaccaro di Potenza:

“Il sottoscritto Antonio Pesarini, Consigliere comunale del Gruppo dei “SOCIALIST AND DEMOCRATS “, a due anni ormai dalla presentazione in Consiglio comunale della sua interrogazione, rimasta purtroppo inevasa dal punto di vista pratico, si vede costretto a ritornare sull’argomento riguardante appunto la precaria struttura fognaria, attualmente esistente nella zona di cui all’oggetto, laddove, soprattutto durante i forti acquazzoni stagionali, si verificano intasamenti che producono la fuoriuscita di liquami, dai pozzetti della rete fognaria, che invadono le abitazioni delle famiglie alloggiate al piano terra dei relativi edifici.

Il sottoscritto ricorda che, anche a seguito di sopralluoghi effettuati da parte di tecnici comunali e di tecnici di Acquedotto Lucano, è stata accertata l’esistenza del problema sollevato.

Nello specifico è stato appurato che la struttura fognaria in questione (realizzata per raccogliere solo i reflui provenienti dalla costruzione dei 354 alloggi) convoglia anche quelli provenienti da altre palazzine, realizzate a monte del Rione, subito dopo l’insediamento dei fabbricati in questione e che quindi producono un intasamento di liquami nella stessa struttura fognaria di per se insufficiente ad accogliere anche i flussi di acque nere provenienti da queste abitazioni, con problemi tecnici di mescolamento di acque nere e di acque bianche.

In risposta alla mia interrogazione, risalente al mese di Febbraio 2015, l’Assessore competente dichiarò che la problematica da me sollevata era allo studio dell’Assessorato all’Ambiente, in stretta collaborazione con le Unitá di Direzione competenti del Comune e di Acquedotto Lucano, per verificare le possibili azioni da mettere in campo ,allo scopo di risolvere le questioni inerenti la proprietà della rete fognaria del Rione Malvaccaro, con particolare attenzione alle porzioni che collegano la rete principale con i fabbricati.

Lo stesso Assessore sempre nella nota di risposta all’interrogazione, sottolineò anche che, in linea di principio e secondo il Regolamento AQL, tutte le cosidette diramazioni risultavano di competenza privata, aggiungendo, però, che al momento del passaggio delle suddette reti,da questa Amministrazione all’attuale Gestore, furono trasferite tutte le reti pubbliche di proprietà comunale e quindi anche le diramazioni, considerato che queste ultime risultavano al servizio di case di proprietà del Comune e che solo successivamente furono alienate.

Sulla base di quanto sopra elencato, il sottoscritto chiede al Sindaco ed all’Assessore al ramo quali siano i motivi che impediscono una positiva soluzione di questo problema, a grossa rilevanza sociale, visto che esso investe oltre 300 famiglie e che attiene anche all’aspetto sanitario per il quale, negli anni scorsi ,se ne interessò persino l’Azienda Sanitaria di Potenza, mediante un sopralluogo, all’esito del quale fu confermata la denuncia fatta dai cittadini, prima ancora che dal sottoscritto.

Lo stesso richiede risposta scritta oltre che orale nell’Assise municipale”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)