ACCUSATA DI USARE IL CELLULARE DI SERVIZIO PER CHIAMATE PRIVATE: EX DIRIGENTE DELLA SQUADRA MOBILE DI POTENZA È STATA ASSOLTA

L’ex dirigente della squadra mobile di Potenza, Luisa Fasano è stata assolta dalla Corte d’Appello di Potenza in merito ad una vicenda avvenuta nel 2007.

La Fasano era stata accusata di aver utilizzato il cellulare di servizio per effettuare chiamate private, la cui spesa ammonterebbe a circa 350 euro, somma però già versata dalla dirigente nelle casse dei pubblici uffici.

In primo grado fu condannata ad un anno di reclusione con l’interdizione dai pubblici uffici, ma la stessa Fasano fu anche accusata per aver violato il segreto d’ufficio, rivelando alcune notizie ai giornalisti.

Quest’ultima condanna è andata in prescrizione ed attualmente la Fasano presta servizio presso la questura di Matera.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)