CLINICA LUCCIONI DI POTENZA: I DIPENDENTI RISCHIANO IL LICENZIAMENTO COLLETTIVO

Le sigle sindacali FP CGIL, CISL FP e UIL FPL denunciano con forza il comportamento arrogante dell’Amministratore Unico della Clinica Luccioni che, come si legge in una nota:

“Ancora una volta, utilizza strumentalmente i lavoratori per regolare i conti con la Regione Basilicata e con l’ASP di Potenza.

Ancora una volta, infatti, ci troviamo di fronte all’avvio della procedura per il licenziamento collettivo di tutti i lavoratori in servizio a causa dei mancati accordi tra la Clinica e la Regione Basilicata rispetto alle questioni che riguardano tetti di spesa e posti letto.

Come Organizzazioni Sindacali consideriamo inaccettabile tale condotta dove i lavoratori sono periodicamente minacciati di licenziamento e coinvolti, loro malgrado, all’interno di una diatriba della quale rischiano di pagarne le conseguenza”.

Per queste ragioni FP CGIL, CISL FP e UIL FPL chiedono alla Regione Basilicata di intervenire con ogni urgenza a partire da un tavolo di confronto tra tutti i soggetti interessanti, tavolo a cui dovrà essere presente anche la Clinica Luccioni al fine di definire una volta per tutte questa situazione.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)