POTENZA, INCHIESTA TEMPA ROSSA: ECCO L’INTERCETTAZIONE TELEFONICA TRA L’EX PRESIDENTE DELLA REGIONE BASILICATA VITO DE FILIPPO E L’EX SINDACO DI CORLETO PERTICARA!

 

Nel filone dell’inchiesta “Tempa Rossa” tra gli indagati è emerso anche il nome del sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo (ex Presidente della Regione Basilicata) e della sua segretaria Mariachiara Montemurro, consigliere comunale del Pd a Gallicchio.

I nomi degli indagati erano già nell’aria da diversi giorni, ma solo oggi si è venuti a conoscenza delle intercettazioni telefoniche intercorse tra Vito De Filippo e l’ex sindaco di Corleto Perticara, Rosaria Vicino (condannata ai domiciliari dal 31 marzo scorso).

La Vicino ambiva a far sistemare il figlio presso un’azienda di Roma (si presume l’Eni) per questo si era rivolta a De Filippo promettendogli in cambio voti a favore dei candidati del PD in occasione delle elezioni amministrative ed europee del 2014.

La Vicino aveva anche sostenuto la candidatura di Mariachiara Montemurro, candidata sindaco del Pd a Gallicchio durante le elezioni del 2014, ma senza successo.

Il ruolo della Montemurro era quello di fare da gancio tra l’ex governatore lucano e la Vicino, per aggiornarla sull’imminente assunzione del figlio.

Apparentemente sembra la classica vicenda “del chi da e del chi promette”, ovvero una storia di scambio di favori personali in cambio di voti, comunque sarà la giustizia ad accertare eventuali responsabilità di tutte le persone coinvolte nello “scandalo petrolio” che ha colpito la regione Basilicata.

 a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)