Potenza, presentata la prima bozza del Piano Sociale di Zona: ecco i dettagli

Il Distretto di Inclusione – Rete della Protezione Sociale si è incontrato nelle scorse ore per condividere e valutare la prima bozza del redigendo Piano Sociale di Zona 2022-2024 della città di Potenza.

Presenti all’incontro, oltre ai rappresentanti del Distretto:

  • l’assessore alle Politiche sociali Fernando Picerno;
  • i rappresentanti e coordinatori dell’Amministrazione comunale;
  • il dirigente dell’Unità di direzione ‘Servizi alla Persona’ Giuseppe Romaniello;
  • la coordinatrice tecnica dell’Ufficio di Piano Marilene Ambroselli.

A loro è spettato il compito di illustrare ai presenti la proposta di Piano così articolata:

  • capitolo 1 contenente l’analisi del contesto (caratteristiche del territorio, struttura demografica, dinamiche della popolazione, fenomeni e bisogni sociali);
  • capitolo 2 inerente alla mappa locale del sistema di offerta di servizi sociosanitari, anche con riferimento alle risultanze della rilevazione svolta in merito, tra gli operatori del welfare presenti sul territorio;
  • capitolo 3 inerente l’integrazione tra politiche e interventi territoriali con particolare attenzione allo sviluppo di un sistema di servizi sociali e socio-sanitari integrato;
  • capitolo 4 inerente agli obiettivi di sviluppo dei servizi e delle prestazioni sociali per il triennio 2022-2024, con riferimento alle 10 schede di intervento elaborate nell’ambito dei tavoli di lavoro tematici svoltisi dalla metà di maggio alla metà di luglio;
  • capitolo 5 inerente al sistema di monitoraggio e valutazione del Piano.

È stato spiegato:

“Premessa della formulazione di tali azioni e obiettivi specifici sono i quattro obiettivi strategici individuati, quali scelte di fondo trasversali alle Aree tematiche d’intervento, da perseguire nel prossimo triennio:

  • implementazione del Sistema integrato di politiche, servizi e attori politico-istituzionali, con particolare attenzione al processo di integrazione socio-sanitaria;
  • sviluppo di un sistema di welfare comunitario e generativo, prossimo ai cittadini e meglio adattabile alle loro esigenze;
  • definizione del Profilo di Comunità quale strumento di analisi e programmazione in grado di rappresentare la complessità e l’evoluzione del territorio;
  • potenziamento dell’Amministrazione e delle responsabilità condivise mediante un sistema di welfare strutturato su processi di condivisione, coprogrammazione e coprogettazione”.

La proposta ha raccolto il parere positivo del Distretto presente nella quasi totalità dei componenti:

  • ASP;
  • ATS Network 6.0;
  • CCIAA, Ce.St.Ri.M. onlus;
  • CIF Provinciale;
  • Commissione Regionale Pari Opportunità;
  • Confcooperative Basilicata;
  • Consulta Associazioni Laicali Diocesi di Potenza;
  • Cooperativa sociale Ethos;
  • FNP Cisl Basilicata;
  • Uil Basilicata;
  • Ordine degli Assistenti Sociali di Basilicata;
  • Università degli Studi della Basilicata.

Il prossimo passaggio sarà caratterizzato dall’illustrazione della bozza di Piano alle competenti Commissioni consiliari.

L’assessore Picerno ha espresso la propria soddisfazione per:

“il proficuo svolgimento dell’incontro; ringrazio gli uffici comunali preposti e gli enti del Distretto per il lavoro comune svolto, finalizzato a portare a termine il percorso di progettazione condivisa del Piano Sociale di Zona 2022 – 2024”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)