Potenza, ritira da un corriere alcune voluminose scatole di cartone: intervenuta la Finanza, ecco cosa contenevano

Militari del Comando Provinciale di Potenza, nell’ambito del dispositivo operativo per il contrasto alla contraffazione ed all’abusivismo commerciale, hanno sottoposto a sequestro 13.295 unità di merce presumibilmente contraffatta.

In particolare, i finanzieri, nel corso di una mirata attività di controllo economico del territorio, hanno individuato una persona intenta a ritirare da un corriere TNT alcune voluminose scatole di cartone.

Il tempestivo intervento dei militari ha permesso di rinvenire all’interno dei contenitori di cartone, a seguito dei necessari riscontri, un’elevata quantità di capi di abbigliamento, accessori vari ed etichette di noti marchi dell’alta moda, risultati contraffatti.

All’esito degli accertamenti, la merce rinvenuta è stata sottoposta a sequestro, mentre l’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Potenza per introduzione nel territorio dello Stato e commercio di prodotti contraffatti e ricettazione.

I beni sottoposti a sequestro erano destinati ad essere commercializzati principalmente nelle vie del capoluogo lucano, inquinando così il tessuto economico-legale del territorio e in particolare il mercato tessile e della moda, che rappresenta non solo in ambito locale, ma a livello nazionale, un settore strategico, dall’elevata rilevanza economica.

I capi di abbigliamento e gli accessori contraffatti, confezionati presumibilmente in Paesi extraeuropei, avrebbero potuto rappresentare altresì un pericolo per la salute dei consumatori in quanto realizzati in violazione degli standard comunitari e nazionali in tema di sicurezza prodotti.

L’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Potenza si inquadra nella più ampia azione di contrasto alla criminalità economica e finanziaria, finalizzata alla tutela dei diritti di proprietà intellettuale e dei consumatori.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)