STUDENTE MORTO A ROMA, PARLA IL LEGALE DELLA FAMIGLIA, ECCO LA LETTERA INTEGRALE

 

Riportiamo di seguito la lettera integrale del legale della famiglia dello studente di Potenza morto a Roma indirizzata alla testata “il Tempo”, il giornale che ha pubblicato delle informazioni sulla notizia che poi si sono diffuse sia online che offline:

  • In merito all’articolo «Si spara a ingegneria dopo un esame» apparso su «Il Tempo» del 20 aprile nell’interesse dei coniugi Pasquale Masi ed Antonietta Olita, genitori del compianto Maurilio Masi chiedo la rettifica delle seguenti inesattezze. 1)le frasi attribuite a Massimiliano Masi, fratello della vittima, come dichiarazioni rese alla Polizia, sono virgolettate; le stesse non rispecchiano spirito né lettera di quanto da lui affermato; in ogni caso trattasi di dichiarazioni rese ad organo inquirente, come tali secretate; 2) non è vero che il signor Maurilio Masi «già una volta aveva tentato il suicidio»; 3) non è vero che Maurilio Masi ” di pistole ne aveva tredici regolarmente denunciate” frase atta a descrivere un collezionista di armi ai confini del fanatismo; le armi, regolarmente denunciate, sono in tutto tre; 4) Può essere che «i poliziotti del commissariato Colombo che indagano sul suicidio non escludono però la pista dell’omosessualità». Il signor Maurilio Masi, in ogni caso, aveva avuto in precedenza una pluralità di legami sentimentali eterosessuali e non era sessualmente “confuso” nel senso ipotizzato nell’articolo.
    Avv. Clemente Delli Colli
  • Prendiamo atto della precisazione e ne diamo ovviamente conto. Ci preme solo sottolineare che nell’articolo viene riportato come Maurilio in passato avesse avuto una fidanzata, ma che agli amici – come raccontato da due testimoni ai poliziotti – aveva confidato di essere “confuso”. Ci siamo limitati a riportare quanto appreso e ipotizzato dagli organi inquirenti. Stesso dicasi per le dichiarazioni del fratello Massimiliano: nel virgolettato si riportano ragionamenti da lui resi alla polizia. Se poi nel tentativo di dare al lettore una corretta informazione sono state riportate notizie a vostro avviso errate, ce ne scusiamo.
    Sil. Man.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)