LA BASILICATA CONTINUA A SPOPOLARSI: I DATI DICONO CHE ORMAI “CI SONO QUASI 2 ANZIANI PER OGNI GIOVANE!”

L’Ires Cgil Basilicata ha pubblicato i dati demografici che interessano la Basilicata, da questo studio è emerso un quadro allarmante per la nostra regione che continua a spopolarsi visto che la popolazione lucana rappresenta lo 0,95% di quella italiana (pari a 60.795.612 individui ).

Stando al dato riferito al 1 Gennaio 2015 sono complessivamente 576.619 i residenti in Basilicata con una diminuzione, rispetto al 2014, di 1.772 persone (-3 per mille).

Tra il 2011 e il 2013, in Basilicata è stata registrata la “tendenza demografica peggiore d’Italia con punte negative nell’area della Val d’Agri”.

Oltre la metà della popolazione è costituita da femmine (51%) e la distribuzione provinciale vede primeggiare in maniera evidente Potenza (65% della popolazione residente).

Il bilancio demografico del 2014, ha mostrato che c’è stato un saldo negativo tra nascite e decessi:

  • le nascite sono state 4.123 e i morti 5.964.

Le famiglie hanno sempre meno figli e l’età media delle donne in gravidanza si è allungata ai 32 anni.

In crescita anche il numero delle persone che emigrano all’estero.

In aumento la presenza degli stranieri residenti che ammontano a 18.210 e rappresentano il 3% della popolazione totale.

La Basilicata però vanta il fatto di essere una delle regioni europee più longeve infatti rispetto agli altri Paesi europei è al terzo posto (seconda solo a Svezia e Paesi Bassi).

L’indice di vecchiaia ci dice che ci sono attualmente in Basilicata quasi due anziani per ogni giovane.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)