METANO E GPL: TORNANO GLI INCENTIVI PER LA TRASFORMAZIONE DELLE VECCHIE AUTO!

 

Si tratta della trasformazione a GPL o Metano dedicata alle vecchie auto e i soldi sono quelli dell’Iniziativa Carburanti a Basso Impatto, questa volta sono stati finanziati 1 milione e ottocentomila euro, che dovrebbe bastare per circa 4.500 vetture

Possono approfittarne i proprietari dei veicoli Euro 2 ed Euro 3,  immatricolati dopo il 1° gennaio 1997, sia che appartengano a persone fisiche che a persone giuridiche.

La cifra che si può ottenere è di 500 euro per il GPL e di 650 euro per il metano, dei quali 150 euro sono a carico delle officine di installazione sotto forma di sconto.

Per accedere all’incentivo bisogna essere residenti in uno dei 674 comuni aderenti all’Accordo di Programma tra il Ministero dell’ambiente e la Convenzione tra Comuni, dopodiché bisogna rivolgersi a un’officina aderente che, previa verifica della disponibilità dei fondi e ottenuto il codice di prenotazione attribuito a ogni intervento, comunica al beneficiario quando potrà effettuare la trasformazione.

Il contributo viene accantonato in ordine cronologico di ricevimento della domanda di prenotazione e viene poi detratto ed evidenziato in fattura come sconto sul prezzo della trasformazione; non si può cumulare con altre forme di agevolazione statali ma può andare a sommarsi a iniziative locali o private.

Al via anche le trasformazioni “dual-fuel” anch’esse coperte da incentivi: sono quelle in cui il GPL o il metano viene installato su motori diesel e prevedono l’uso combinato dei due carburanti (In Italia finora la sperimentazione non era consentita).

Sul sito Ecogas viene riportato che “le prenotazioni dei contributi saranno attive a partire dalle ore 10:00 del 21/03/2016“.

Per tutte le informazioni (se il proprio comune ha aderito all’iniziativa, gli installatori abilitati, ecc) si può accedere direttamente al sito Ufficiale www.ecogas.it o contattare il proprio installatore di fiducia per ulteriori chiarimenti.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)