Potenza: oltre 200 giovani Filmmaker incantati dalle “vie così particolari, il cibo e l’atmosfera magica” di questo borgo della provincia! Ecco i dettagli

Si conclude il Basilicata, in Sant’Angelo Le Fratte, Cinemadamare 2022, che è partito da Roma l’11 Giugno, e ha attraversato tutta Italia (Milano, Pisa, Como, Potenza, Villanova in Sardegna, Fiuggi nel Lazio, Sepino in Molise, Possagno in Veneto, Balestrate in Sicilia), e che ha già fatto tappa nella nostra terra a Nova Siri (MT): oltre 7500 km, con 220 Filmmaker da oltre 40 paesi.

Sono i numeri della ventesima edizione di Cinemadamare, il più grande raduno internazionale di giovani cineasti, che dal 2003 si danno appuntamento in Italia per girare film lungo tutto lo Stivale in compagnia e con la collaborazione dei loro colleghi e coetanei italiani.

La più grande Manifestazione di Filmmakers al mondo, arrivata alla ventesima edizione, ritorna nella città di Sant’Angelo Le Fratte, dove -con 60 filmmaker provenienti da oltre 45 paesi di tutti i continenti- darà vita ad un immenso set a cielo aperto: dall’ 10 di Settembre al 16 di Settembre.

Dunque, dall’11 al 16 Settembre, la Carovana di Cinemadamare Basilicata si fermerà a Sant’Angelo Le Fratte, tappa storica della Kermesse, che ha già regalato delle grandissime emozioni a Cinemadamare Basilicata durante questi venti lunghi anni di attività e i giovani cineasti italiani e stranieri vi soggiorneranno per una settimana per la tredicesima tappa di Cinemadamare Basilicata 2022.

I filmmaker italiani e stranieri, infatti, avranno una settimana di tempo per inventare e scrivere le loro storie, cercare le location e girare le scene, in modo da concludere le loro opere per l’ultima sera, Venerdì 16 Settembre, quando tutti i cortometraggi prodotti verranno immediatamente proiettati in piazza pubblica a Sant’Angelo Le Fratte, durante la Weekly Competition.

La presentazione alla stampa e a tutti gli addetti ai lavori si è tenuta Domenica 11 Settembre ore 11:00 presso la Sala Polifunzionale in località Cupa.

Esordisce così Michele Laurini, sindaco di Sant’Angelo Le Fratte:

“Ospitare nuovamente Cinemadamare è un piacere enorme prima che un dovere in quanto lucana di nascita.

“Sono ormai moltissimi anni che la Kermesse fa tappa qui, e ogni anno i lavori crescono di qualità.

Tra il popolo di Sant’Angelo e i giovani cineasti italiani e stranieri di Cinemadamare si crea sempre un’atmosfera unica di collaborazione e allegria, e sono convinto che sarà così anche questa volta.

I filmmakers da ogni parte del mondo porteranno la loro internazionalità e renderanno la città famosa nel mondo ancor di più”.

La particolarità di Sant’Angelo Le Fratte ha già catturato l’occhio dei giovani cineasti italiani e stranieri.

Afferma Denise Santos, attrice dal Portogallo:

“Sono già stata a Sant’Angelo lo scorso anno proprio grazie a Cinemadamare, ma devo dire che è persino più bella di quanto ricordassi”.

Rachael Wainaina, regista dal Kenya, è piena di energia mentre afferma:

“Sono molto felice di essere nuovamente qui, e non vedo l’ora di lavorare su moltissimi set con i miei colleghi italiani e stranieri, intrepretando i ruoli che scriveranno qui grazie alla magica atmosfera di questa città.”

Nick Beaumont, attore dal Regno Unito, trattiene a stento l’emozione:

“Essere a Cinemadamare è una grandissima emozione, e vivere per una settimana in un luogo così diverso da casa mia è esaltante.

Mi sto concentrando nel cercare idee per i miei cortometraggi e la città mi ha già regalato diversi spunti, anche grazie all’aiuto dei cittadini che sono stati magnifici sin dal primo momento e verso i quali provo già un profondo affetto, oltre che riconoscenza.

La Basilicata è un luogo di profonda bellezza e Sant’Angelo Le Fratte rappresenta un’eccellenza in tal senso.

Le sue vie così particolari, il suo cibo e l’atmosfera magica che si vive all’interno del comune sono qualcosa di unico.

Non vedo l’ora di lavorare durante questa settimana di Cinemadamare e godermi al meglio questa meravigliosa città”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)