POTENZA: AL PARCO DELL’EUROPA UNITA DOPO LA DENUNCIA ECCO COSA È SUCCESSO!

Lunedì scorso abbiamo riportato la denuncia del signor Giuseppe Ricchizzi, che da alcuni giorni si è trasferito a Potenza (città d’origine di sua moglie) per trascorrere le vacanze estive ma ha dovuto fare i conti con una brutta sorpresa.

Ricchizzi ha raccontato alla nostra Redazione che:

“Da alcuni giorni all’interno del Parco dell’Europa Unita a Potenza si avverte uno strano odore.

Si tratta di una puzza nauseabonda di pipì e fogna che proviene da un bagno chimico assolutamente inaccessibile.

La cosa più inconcepibile è che questo bagno chimico si trova in prossimità dei giochi utilizzati dai bambini.

Questa situazione va assolutamente migliorata perchè è impossibile sostare in questo luogo con queste condizioni poco igieniche”.

Dopo la pubblicazione di questa segnalazione sul nostro giornale, siamo stati contattati da Agnese Russo, Amministratore della Zoccolan Srl (azienda che ha offerto il bagno chimico).

Queste le parole che Agnese Russo ha raccontato alla nostra Redazione:

“Vi spiego quanto accaduto: quel bagno chimico posizionato c/o Parco dell’Europa Unita, era stato ceduto a titolo gratuito ad un istituto religioso di Potenza ed eravamo in attesa di loro comunicazione per pulizia o ritiro dello stesso.

Questo non è mai avvenuto tanto che pensavamo non fosse stato ancora utilizzato.

La scrivente precisa di non avere alcuna responsabilità in merito a questo spiacevole accaduto, pertanto ha ritirato immediatamente il wc chimico provvedendo alla bonifica ed alla sanificazione”.

Ecco le foto: nella prima si vede il bagno chimico nel Parco mentre nella seconda foto si vede la foto con il bagno rimosso.

 

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)