REFERENDUM, DIVERSI ELETTORI DENUNCIANO: “LE MATITE SONO CANCELLABILI!”

Scoppia il caso delle matite cancellabili distribuite nei seggi dove gli italiani stanno esprimendo le loro preferenze sul referendum costituzionale.

Il cantante Piero Pelù, infatti ha pubblicato su Facebook la sua segnalazione al presidente del seggio dove è andato a votare, corredata di foto.

Il caso, poi, non è isolato.

A Roma, come riporta il Messaggero, diversi cittadini hanno denunciato che i segni lasciati dalle matite consegnate agli elettori per votare al referendum sulla riforma costItuzionale non sono indelebili.

“La croce si cancella con una normale gomma”, è la denuncia messa a verbale da molti cittadini.

I casi sono stati riscontrati ad Acilia, nel seggio di via Telemaco Signorini. in via dei Torriani, nel quartiere La Pisana e in via Giuseppe Salvioli, zona Don Bosco.

E sul social network le segnalazioni nel corso delle ore si stanno moltiplicando.

Intanto sono numerosissimi i commenti seguiti al post di Piero Pelù:

C’è chi scrive:

“La matita si cancella su carta normale, non sulla scheda. Informatevi prima di gridare allo scandalo… come sempre!”

E c’è invece chi risponde:

“La matita per votare dovrebbe essere un “Lapis”, una matita che su qualsiasi carta non è cancellabile! Non è che fa reazione chimica con la carta della scheda elettorale e non può essere cancellata solo lì”.

Insomma chissà quali altre sorprese ci riserverà questo referendum, e anche se questa volta il raggiungimento del quorum non sarà necessario speriamo che non emergano brogli elettorali mirati a falsare la consultazione elettorale.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)