Potenza, Luigi Di Maio in piazza tra gli applausi: “Insieme non ci ferma nessuno”, questo l’incontro

Luigi Di Maio ieri ha fatto tappa a Potenza per sostenere la candidatura di Antonio Mattia alla presidenza della Regione Basilicata per il Movimento 5 Stelle.

Ieri mattina infatti a partire dalle ore 11:00, le imprese lucane della CDO Compagnia delle Opere di Basilicata, hanno incontrato il Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro presso la sede sociale GoDesk, a Potenza.

Durante l’incontro presenti 100 e più imprenditori lucani.

Dopo aver raggiunto anche Atella nel pomeriggio (dove ha tenuto una conferenza presso il Nucleo Industriale-Valle di Vitalba), il Ministro ha raggiunto nuovamente la nostra città incontrando i residenti alle ore 19:00 in Piazza Matteotti.

Accolto tra gli applausi, Di Maio è stato presentato dal candidato Antonio Mattia che ha dichiarato:

“Abbiamo lo straordinario lavoro che stanno facendo queste persone per tutti quanti noi dal governo.

Abbiamo il governo di Luigi Di Maio, del presidente Conte, che sta finalmente mettendo al centro dell’attenzione vera e seria i cittadini, gli italiani, il Sud e quindi anche la Basilicata.

Con noi ci sono i Lucani.

I Lucani che per decenni sono stati lasciati al loro destino; con noi ci sono i giovani che non ci sono qua stasera e che vanno fuori per cercare un lavoro; ci sono le famiglie, quelle che fanno fatica ad arrivare a fine mese e quelle che con tanta dignità e tanto sforzo farebbero qualunque cosa per assicurare la speranza ai loro figli.

Con noi ci sono le persone che hanno bisogno di assistenza, quelle persone che cercano cure e non le trovano; con noi ci sono le persone che amano davvero l’ambiente, quelle che amano le bellezze di questa terra e soprattutto con noi ci sono le persone che non ce la fanno più e si sono scocciate di un ambiente devastato: la trivellazione, spazzatura, rifiuti, eolico selvaggio.

Stiamo scrivendo un grande programma per la Basilicata.

Dall’altra parte c’è chi non la ama questa terra.

Insieme scriveremo una nuova pagina di storia con il sostegno e con l’aiuto di un governo finalmente attento al Sud e che non sfrutta il Sud.

Prendiamo come esempio il governo di Luigi Di Maio che sono fiero e orgoglioso di presentare qui.

Grazie a loro e a questo esempio, l’unico impegno che prendo e che ce la metterò tutta ma soprattutto che sarete con noi”.

Di Maio ha preso parola dichiarando:

“Siamo da oltre 4 mesi al governo e trovo ancora piazze piene di gente che mi dice non mollare, non mollate proprio ora.

Io vi dico non ci mollate perché insieme non ci ferma nessuno”.

Ha poi proseguito:

“Con Antonio Mattia ce lo siamo detti, non sarà semplice.

Le elezioni regionali saranno fondamentali, saranno il crocevia del modello di sviluppo di questo territorio”.

Diversi, ricordiamo, i temi affrontati nell’incontro con gli imprenditori Lucani:

  • Pubblica amministrazione;
  • finte cooperative;
  • Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva);
  • eolico;
  • petrolio;

Di Maio infatti ieri mattina ha dichiarato:

“Io penso che in Basilicata potremmo investire tantissimo nei prossimi anni, nelle imprese innovative e nelle imprese in generale.

Il miglior modo per creare lavoro è sempre l’impresa, è sempre l’impresa al centro dell’economia italiana.

Il 99% nostre imprese ha meno di 50 dipendenti. Siamo uno Stato, una Nazione che ha degli Imprenditori che nel periodo peggiore della crisi ci hanno tenuto al secondo posto nella manifattura Europea.

Siamo una seconda forza manifatturiera d’Europa grazie agli imprenditori che anche nel periodo peggiore della crisi hanno tenuto botta.

Adesso è il momento, soprattutto in regioni come la Basilicata, di premiare i giovani con le loro idee innovative.

A fine anno faremo partire un fondo per le startup innovative che daranno molte opportunità a tanti ragazzi di tornare in Basilicata .

Tanti che hanno fatto un biglietto di sola andata per Londra, Berlino, New York, senza voler tornare mai più.

Adesso possono tornare perché avremo l’opportunità di sviluppare progetti innovativi legati all’agricoltura, legati all’artigianato, legati al turismo, ai beni culturali, al vero petrolio di questa regione non al petrolio che crea problemi alla salute dei Lucani e problemi all’economia Lucana (perché la maggior parte dei soldi va fuori dalla Basilicata).

In Basilicata, nelle ultime elezioni politiche, quasi il 50% dei cittadini ha votato per il nostro programma che diceva una cosa molto chiara: le trivellazioni petrolifere non solo hanno inquinato questa regione, ma hanno creato anche un impoverimento economico, perché gran parte delle risorse sono andate fuori regione.

Io posso prendere un impegno oggi insieme al nostro candidato presidente Mattia, che è quello di non firmare nessuna autorizzazione finché i soldi andranno fuori dalla Basilicata e non sarà garantito il diritto alla salute dei cittadini Lucani.

Una cosa è chiara: se i Lucani si sono sentiti traditi in tutti questi anni dai sistemi di estrazioni petrolifere, dal fatto che che creavano pochissimo lavoro e la ricchezza la portavano fuori, nelle casse delle multinazionali, alle prossime elezioni regionali si sceglie quale presidente dovrà ricontrattare tutte queste cose.

Per questo, noi crediamo molto nel fatto che dopo un Governo del cambiamento a livello nazionale, ci possa essere un Governo del cambiamento in Regione Basilicata”.

Voi c’eravate ieri sera in Piazza?a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)