È LUCANO IL PANETTONE PIÙ BUONO DEL MONDO!!! VINCENZO TIRI È IL NUMERO 1 PER GAMBERO ROSSO, LA RIVISTA PIÙ FAMOSA…

È il panettone artigianale del “maestro del lievito” Vincenzo Tiri di Acerenza (PZ) ad occupare la prima posizione nella classifica dei 10 panettoni artigianali più buoni d’Italia stilata da “Gambero Rosso”, la rivista Food e Beverage più famosa al mondo.

Prodotto direttamente nel suo laboratorio di Acerenza “Tiri 1957”, il panettone del maestro Tiri è stato celebrato dalla guida di enogastronomia più popolare in assoluto “Gambero Rosso” con queste parole:

“Il panettone tradizionale di Vincenzo Tiri, confezionato in un elegante luxury box marrone scuro con inserti in oro (il prossimo Natale anche nella scatola celebrativa del sessantesimo anniversario), raggiunge il gradino più alto della classifica per la perfezione e la costanza qualitativa.

Parla di ottime materie prime e lavorazione ad arte: blend di farine italiane di frumento macinate a pietra, tuorli d’uova di galline allevate in Italia a terra e allo stato brado, burro di panna francese e belga, zucchero di canna italiano, miele di acacia regionale, arancia “staccia” lucana e cedro calabrese canditi in casa dal fresco con il metodo in vasca a cielo aperto, uvetta australiana, vaniglia Bourbon, lievito madre di quasi un secolo rinfrescato ogni giorno, tre fasi d’impasto e tre lunghe lievitazioni per complessive 72 ore di lavorazione.

Il dolce sembra sbocciato dal taglio a croce sulla bassa cupola abbronzata e priva di glassa.

La fetta mostra una faccia di un bel giallo tenue (tuorli d’uova e un pizzico di malto), un corpo sensuale soffice e setoso arricchito dai gioielli di frutta in giusta proporzione e ben distribuiti e con la polvere di vaniglia visibile tra gli alveoli.

I profumi delicati richiamano i biscotti e i dolci casalinghi, la crosta di pane, la pasticceria sincera.

Ma il meglio deve ancora venire.

In bocca si apprezzano una carnosa uvetta, canditi dolci, morbidi e succosi, gusto di una rotondità giottesca, aromi di buon burro, note tostate e agrumate fresche che puliscono il palato, un lieve accento vanigliato, texture morbida e fondente.

Lascia la bocca pulita e profumata in una persistenza di soavi sensazioni che si rinnova a ogni morso“.

Questa recensione dettagliata di “Gambero Rosso” fa venire davvero l’acquolina in bocca.

È davvero un onore leggere il nome di un pasticcere lucano in cima alla top ten dei panettoni di alta pasticceria, preparati con ingredienti selezionatissimi, burro di panna, uova da galline allevate a terra, in alcuni casi canditi autoprodotti, senza mono né digliceridi degli acidi grassi.

Le degustazioni sono state realizzate alla cieca (da un panel costituito da pasticcieri, esperti in analisi sensoriale, giornalisti, critici enogastronomici e un chimico industriale) con ripetuti allineamenti e riassaggi con l’obbiettivo di stilare classifiche il più equilibrate possibili.

Queste le parole di Vincenzo Tiri dopo il raggiungimento del trionfo:

“E’ stato un grande onore poter arrivare fino a qui.

Difficile spiegare…Amore, gioia, coraggio, meraviglia sono solo alcune parole che fanno parte di mille pensieri.

I ricordi che avevo da bambino prendono vita e parlano di me e della mia famiglia con questa frase con cui il Gambero Rosso descrive il nostro #Panettone:

“…I profumi delicati richiamano i biscotti e i dolci casalinghi, la crosta di pane, la pasticceria sincera…”

e ancora:

“Il suo panettone raggiunge il gradino più alto della classifica per la perfezione e la costanza qualitativa.

Parla di ottime materie prime e una lavorazione ad arte.

La fetta mostra una faccia di un giallo tenue, un corpo sensuale morbido e setoso.

Lascia la bocca pulita e profumata in una persistenza di soavi sensazioni che si rinnova ad ogni morso.”

Non lasciatevi mai convincere che i sogni sono irrealizzabili.

Il mio è qua, adesso.

Grazie ancora a tutti voi per il supporto e la fiducia.

Grazie di vero cuore“.

Facciamo i complimenti all’eccellente maestro lucano Vincenzo Tiri (conosciuto da tutti per essere il creatore del panettone e della colomba più buoni d’Italia) che con la genuinità dei suoi prodotti e un immenso amore per il proprio lavoro ha portato ancora una volta sul gradino più alto il nome della nostra amata Basilicata in tutto il mondo.

Per chi volesse più informazioni può contattare direttamente la sede di TIRI 1957 ad Acerenza (PZ) al numero 0971-749182 o inviare una email a info@tiri1957.it

Di seguito la locandina di Gambero Rosso.