Basilicata: per 58 laureati e 22 diplomati al via le domande per questi concorsi. Ecco tutti i requisiti

Parte in Basilicata la stagione dei concorsi.

Si comincia con l’Arpab.

A fine anno nell’Agenzia di protezione per l’ambiente della Basilicata lavoreranno 80 nuovi dipendenti, di cui 58 laureati e 22 diplomati.

Questi i dettagli contenuti nell’Avviso pubblico:

“In esecuzione della deliberazione n. 92 del 10/06/2020, che qui si intende integralmente riprodotta e trascritta, è indetto avviso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo pieno e determinato della durata di 18 (diciotto) mesi di n. 22 unità di personale con profilo professionale di Assistente Tecnico da inquadrare nella categoria – “C” – Fascia economica “C/0” – del CCNL Comparto Sanità da impiegare per lo svolgimento di indagini, rilievi, misurazioni, rappresentazioni grafiche, sopralluoghi e perizie tecniche nelle attività indicate con i vari codice di selezione :

Codice Selezione 01

n. 7 unità di personale, di cui n. 2 unità riservate ai militari volontari congedati ai sensi degli artt. 1014 e 678 del D.Lgs. n. 66/2010, da impiegare per: il controllo e verifica delle emissioni in atmosfera; la verifica e controllo dell’inquinamento dell’aria; il monitoraggio dell’aria finalizzato al piano qualità dell’aria, la valutazione e compatibilità ambientale per il rilascio dei pareri richiesti dai procedimenti di VIA e AIA; il monitoraggio ambientale;

Codice Selezione 02

n. 7 unità di personale, di cui n. 2 unità riservate ai militari volontari congedati ai sensi degli artt. 1014 e 678 del D.Lgs. n. 66/2010, da impiegare per: la verifica e controllo dell’inquinamento suoli e rifiuti; le analisi chimiche; la caratterizzazione analitica idrogeologica; la valutazione e compatibilità ambientale per il rilascio dei pareri richiesti dai procedimenti di VIA e AIA; il monitoraggio ambientale;

Codice Selezione 03

n. 7 unità di personale, di cui n. 2 unità riservate ai militari volontari congedati ai sensi degli artt. 1014 e 678 del D.Lgs. n. 66/2010, da impiegare per: la verifica e controllo dell’inquinamento delle risorse idriche; le analisi chimiche; le analisi di microbiologia; il monitoraggio delle acque finalizzato al piano di tutela delle acque; la valutazione e compatibilità ambientale per il rilascio dei pareri richiesti dai procedimenti di VIA e AIA; il monitoraggio ambientale; la caratterizzazione analitica idrogeologica;

Codice Selezione 04

n. 1 unità di personale da impiegare per: le attività analitiche e di valutazione nel campo della biologia ambientale ed ecotossicologia; la valutazione e compatibilità ambientale per il rilascio dei pareri richiesti dai procedimenti di VIA e AIA; il monitoraggio ambientale.

Il presente avviso è indetto ed espletato ai sensi del D.Lgs n. 165/2001 e ss.mm.ii., della Direttiva del Ministero della Funzione Pubblica n. 4/2018, del D.Lgs. n. 198/2006 e ss.mm.ii., della Legge n. 104/1992 e ss.mm.ii., del DPR n. 445/2000 e ss.mm.ii., della Legge n. 127/1997 e ss.mm.ii., e per quanto applicabile ai sensi del DPR n. 487/1994 e del DPR n. 220/2001.

Il rapporto di lavoro conseguente al presente avviso è a tempo pieno e determinato per la durata di 18 (diciotto) mesi, salvo proroga, ed è disciplinato dal CCNL vigente del Personale del Comparto Sanità.

Il presente avviso è in attuazione del Progetto Masterplan approvato con le DDGGRR nn. 435/2016, 1008/2016, 1101/2016, 683/2019 e prorogato con la DGR n. 360/2020 e del Piano triennale delle attività dell’ARPAB 2020-2022, adottato con DDG n. 332/2019, nonché del Piano annuale delle attività dell’ARPAB 2020 adottato con la DDG n. 336/2019.

In conformità a quanto previsto dall’art. 7, comma 1, del D.Lgs. n. 165/2001 è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro; pertanto la partecipazione all’avviso è consentita ai candidati dell’uno e dell’altro sesso, che siano in possesso dei requisiti prescritti.

Ai sensi dell’art. 27, comma 5, del D.lgs n. 198 dell’11.04.2006, si specifica che il termine “candidati”, usato nel testo, va sempre inteso nel senso innanzi specificato, e, quindi, riferito agli aspiranti “dell’uno e dell’altro sesso”.

Il presente avviso è altresì indetto nel rispetto delle riserve di cui all’art. 1014 e dell’art. 678, comma 9, del D.Lgs. n. 66/2010, così come modificato dall’art. 4, lett. pp), nn. 1) e 2) del D.Lgs del 24.02.2012 n. 20, ferma restando che per le ulteriori frazioni di riserve originate dai posti messi a selezione e non conteggiate, l’Agenzia ne terrà conto nei prossimi provvedimenti di assunzione.

Le riserve di legge, in applicazione della normativa vigente, nonché i titoli di preferenza sono valutati nel limite massimo del 50 per cento dei posti relativi a ciascun codice di selezione.

Art. 1. Requisiti generali di ammissione.

Per la partecipazione al presente avviso, è richiesto il possesso dei seguenti requisiti generali:

a) cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea, salva diversa previsione normativa. Ai sensi dei vigenti art. 38 del D.Lgs n. 165/2001 e art. 25 del D.Lgs n. 251/2007, possono altresì partecipare i familiari dei cittadini indicati al punto a) non aventi la cittadinanza in uno degli Stati membri dell’Unione Europea che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente.

Per la definizione di familiare si rinvia all’art. 2 della Direttiva Comunitaria n. 2004/38/CE; i cittadini di paesi terzi titolari di permesso di soggiorno UE per soggiorni di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria. I cittadini stranieri devono essere in possesso dei diritti civili e politici anche negli stati di appartenenza o di provenienza e di avere un’adeguata conoscenza della lingua  italiana che sarà accertata dall’Agenzia prima della sottoscrizione del contratto;

b) godimento dei diritti civili e politici;

c) idoneità fisica all’impiego;

d) non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;

e) non essere stati interdetti dai pubblici uffici;

f) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione;

g) non essere stati licenziati da altro impiego statale ai sensi della vigente normativa contrattuale, per aver
conseguito l’impiego a seguito della presentazione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti;

h) non avere un’età superiore ai limiti previsti dalla vigente legislazione per il mantenimento in servizio;

i) non aver riportato condanne penali passate in giudicato che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni,
la costituzione del rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione al presente avviso, pena l’esclusione.

Art. 2. Requisiti specifici di ammissione.

I requisiti specifici da possedere per partecipare al presente avviso sono i seguenti titoli di studio: Diploma di liceo tecnologico – indirizzo: Chimico e Materiali e Produzioni biologiche e biotecnologie alimentari; o altri titoli equipollenti e/o equivalenti a sensi della normativa vigente.

Per eventuali informazioni a riguardo si rinvia al sito del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca www.miur.gov.it.

Sarà cura del candidato dimostrare la suddetta equipollenza e/o equivalenza mediante l’indicazione degli estremi del provvedimento che la riconosca nella domanda di partecipazione.

Il titolo di studio conseguito all’estero deve aver ottenuto, entro la data di scadenza del presente avviso, il riconoscimento di equipollenza e/o equivalenza al titolo italiano, rilasciato dalle competenti autorità in

conformità alle disposizioni previste dalla vigente normativa nazionale e comunitaria, pena l’esclusione.

Art. 3. Pubblicazione.

Il presente avviso sarà pubblicato:

  • sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata – Parte Seconda;
  • sul portale dell’Agenzia nella sezione amministrazione trasparente – bandi di concorso – alla pagina web http://www.arpab.it//amm_trasp/concorsi.asp?id=c_2020;
  • sul portale della Regione Basilicata all’indirizzo https://portalebandi.regione.basilicata.it/PortaleBandi/homeAltri.jsp;
  • sul sito SNPA (Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente).

Art. 4 Presentazione della domanda. Termini e modalità.

La domanda di partecipazione dovrà essere prodotta, a pena di esclusione, unicamente tramite procedura telematica presente o sul portale dell’Agenzia, nella sezione amministrazione trasparente – bandi di concorso – alla pagina web http://www.arpab.it//amm_trasp/concorsi.asp?id=c_2020 o sul portale della Regione Basilicata all’indirizzo https://portalebandi.regione.basilicata.it/PortaleBandi/homeAltri.jsp.

E’ possibile accedere alla procedura per la compilazione della domanda di partecipazione tramite due diverse
modalità:

1. SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) – Livello 2, le cui credenziali potranno richiedersi presso uno dei fornitori di tale servizio accreditati sul portale AGID all’indirizzo web https://www.spid.gov.it/richiedi spid;

2. CNS (Carta Nazionale dei Servizi) secondo le informazioni riportate all’indirizzo http://www.firmadigitale.regione.basilicata.it/infocard/pub/info-certificati_562.

Le istruzioni per la compilazione della domanda di partecipazione saranno indicate sul portale dell’Agenzia, nella sezione amministrazione trasparente – bandi di concorso – alla pagina web http://www.arpab.it//amm_trasp/concorsi.asp?id=c_2020.

La procedura di compilazione ed invio on-line della domanda dovrà essere completata entro le ore 23:59:59 del quindicesimo giorno, compresi i giorni festivi, decorrenti dal giorno successivo al 23 giugno 2020.

Dopo aver concluso e perfezionato l’iter previsto per la domanda di partecipazione, il candidato dovrà conservare la stampa della stessa, per poterla esibire all’atto dell’eventuale prova preselettiva e/o della prova scritta.

Qualora il candidato compili più volte il format on-line per lo stesso profilo si terrà conto unicamente dell’ultima domanda inviata nei termini previsti.

Non sono ammesse altre forme di produzione o di invio delle domande di partecipazione oltre a quella di compilazione ed invio on-line.

In fase di inoltro della domanda verrà automaticamente attribuito un numero identificativo necessario per le operazioni d’ufficio.

Tale numero, unitamente al codice di selezione relativo al profilo di riferimento, dovrà essere indicato per qualsiasi comunicazione successiva.

La data di presentazione telematica della domanda di partecipazione all’avviso è certificata dal sistema informatico che, allo scadere del termine utile per la sua presentazione, non permetterà più l’inoltro di domande, ma soltanto l’accesso per la visione e la stampa delle domande precedentemente inviate.

Nella domanda il candidato deve dichiarare, sotto la propria responsabilità e ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR del 28 dicembre 2000 n.445 e successive modificazioni:

1. il codice di selezione a cui intende partecipare tra quelli indicati nel presente avviso. Qualora il candidato volesse partecipare a più selezioni dovrà presentare distinte domande;

2. il cognome, il nome, la data e il luogo di nascita, la residenza e il domicilio, se diverso dalla residenza, l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) o l’indirizzo di posta elettronica (e-mail) e il numero di telefono.

I candidati hanno l’obbligo di comunicare tempestivamente all’Agenzia eventuali modifiche dei contatti indicati nella domanda di partecipazione, la quale non assume responsabilità alcuna in caso di
irreperibilità delle comunicazioni;

3. il possesso della cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea, salva diversa previsione normativa; ovvero di essere in possesso dei requisiti di cui all’art. 1, punto a), cpv;

4. il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

5. le eventuali condanne penali definitive riportate (indicando la data di decisione, l’Autorità che l’ha emessa ed il reato commesso) ed i procedimenti penali in corso;

6.l’assenza di eventuali condanne penali definitive riportate ed i procedimenti penali in corso;

7. di non essere stato dispensato o destituito dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione;

8. di non essere stato licenziato da altro impiego statale ai sensi della vigente normativa contrattuale, per aver conseguito l’impiego a seguito della presentazione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti;

9. il possesso del diploma di liceo tecnologico con indicazione del relativo indirizzo specificato all’art. 2 del presente avviso, il voto riportato, la data di conseguimento e l’Istituto di Istruzione Secondaria presso il
quale è stato conseguito.

In caso di equipollenza e/o equivalenza al titolo richiesto, il candidato dovrà indicare gli estremi del provvedimento che la riconosca. I cittadini comunitari in possesso del titolo di studio conseguito nei Paesi dell’Unione Europea, già riconosciuto prima del termine di scadenza della presentazione della domanda, devono indicare il provvedimento di riconoscimento rilasciato dalle competenti autorità in conformità alle disposizioni previste dalla vigente normativa nazionale e comunitaria, pena l’esclusione;

10. i titoli che si ritiene opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito di cui all’art. 8 del presente avviso.

Detti titoli dovranno essere allegati alla domanda di partecipazione e potranno essere caricati mediante unici file PDF – ciascuno con dimensione massima di 5MB – tramite gli appositi UPLOAD, predisposti distintamente per:

  •  titoli di carriera;
  • titoli accademici e di studio;
  • pubblicazioni e titoli scientifici;
  • curriculum formativo e professionale.

La veridicità di ogni singolo titolo dovrà essere attestata, sotto propria personale responsabilità, mediante apposita dichiarazione da rendere ai sensi del DPR n. 445/2000. L’omessa dichiarazione relativa al singolo  titolo comporterà l’inutilizzabilità dello stesso ai fini della valutazione del merito.

11. la posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;

12. l’idoneità fisica all’impiego;

13. l’eventuale appartenenza ai volontari FFAA congedati senza demerito dalle forme contratte anche al termine o durante le rafferme, per la riserva dei posti ai sensi e per gli effetti dell’art. 1014, commi 3 e 4, e dell’art. 678, comma 9, del D.Lgs. n. 66/2010, così come modificato dall’art. 4, lett. pp), nn. 1) e 2) del D.Lgs 24.02.2012 n. 20;

14. i titoli che danno diritto a riserva, a precedenza o preferenza a parità di punteggio tra quelli indicati all’art. 5 del DPR n. 487/1994 e ss.mm.ii;

15. l’accettazione espressa e integrale di tutte le prescrizioni e condizioni contenute nel presente avviso;

16. di essere a conoscenza delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR n. 445/2000, per le ipotesi di
falsità in atti e dichiarazioni mendaci;

17. di esprimere il consenso al trattamento dei dati personali per le finalità e con le modalità di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e ss.mm.ii.;

18.di avere effettuato il versamento della tassa di concorso pari ad euro 10,00(dieci//00) non rimborsabile esclusivamente mediante bonifico bancario intestato a: Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata – Servizio Tesoreria – Banca Popolare di Bari – sede di Potenza – IBAN:
IT61K0542404297000000000261, indicando nella causale: “Tassa di avviso pubblico. Codice di selezione
concorso______”.

La ricevuta del versamento deve essere allegata alla domanda di partecipazione e dovrà essere caricata
mediante file PDF tramite l’apposito UPLOUD.

Il candidato diversamente abile deve fare esplicita richiesta, nella domanda, dell’ausilio e/o di tempi aggiuntivi eventualmente necessari per lo svolgimento della prova in relazione al proprio handicap; il medesimo deve trasmettere idonea certificazione medica rilasciata da apposita struttura del sistema sanitario nazionale o regionale, che specifichi gli elementi essenziali dell’handicap.

Al fine di consentire all’Agenzia di predisporre per tempo i mezzi e gli strumenti necessari, la certificazione medica dovrà essere presentata ovvero pervenire, a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento, da indirizzare all’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata, via della Fisica n. 18/C – 85100 –  Potenza oppure a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@pec.arpab.it, entro e non
oltre 3 giorni successivi dal termine di scadenza del presente avviso.

Il candidato, ove riconosciuto persona affetta da invalidità uguale o superiore all’80%, non è tenuto a sostenere la prova preselettiva ed è ammesso alla prove scritta, previa presentazione della documentazione comprovante la patologia da cui è affetto ed il grado di invalidità. Detta documentazione dovrà essere presentata con le stesse modalità e gli stessi termini di cui al periodo precedente.

L’Agenzia non è responsabile del mancato ricevimento da parte del candidato delle comunicazioni relative alla procedura di selezione in caso di inesatte o incomplete dichiarazioni da parte del candidato circa il proprio recapito ovvero di mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di recapito rispetto a quello indicato nella domanda, nonché in caso di eventuali disguidi informatici imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.

Per la partecipazione alla presente selezione deve essere effettuato entro e non oltre i termini di scadenza, a pena di esclusione, il versamento della quota di partecipazione di euro 10,00 (dieci//00). Qualora il candidato
intenda presentare domanda di partecipazione a più codici di selezione di cui al presente avviso, il versamento della quota di partecipazione dovrà essere effettuato per ciascuno di essi. Il contributo di
ammissione non è rimborsabile. Il pagamento dovrà essere effettuato esclusivamente mediante bonifico bancario intestato a: Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata – Servizio Tesoreria – Banca Popolare di Bari – sede di Potenza – IBAN: IT61K0542404297000000000261, indicando nella causale: “Tassa di avviso pubblico. Codice di selezione concorso______”.

Art. 5. Ammissione dei candidati.

L’ammissione e l’esclusione dei candidati è disposta dall’Agenzia con provvedimento motivato. Costituiscono cause di esclusione:

– l’utilizzo di modalità di partecipazione al presente avviso diverse da quelle indicate all’art. 4 del presente avviso;

– la mancanza dei requisiti generali e specifici di ammissione;

– la mancata indicazione del provvedimento che attesta l’equipollenza e/o l’equivalenza del titolo di studio conseguito all’estero;

-la mancata allegazione alla domanda di partecipazione della ricevuta di pagamento della tassa di concorso
di cui al precedente art. 4;

L’esclusione dalla selezione sarà notificata, entro dieci giorni dall’esecutività del provvedimento di non ammissione, a mezzo PEC o raccomandata A.R.

L’elenco dei candidati ammessi alla prova scritta e/o alla eventuale prova pre-selettiva, sarà comunicato esclusivamente mediante pubblicazione sul sito internet dell’ARPAB nella sezione “Amministrazione Trasparente – Bandi di concorso” non prima di cinque giorni successivi alla data di scadenza dell’avviso.

I candidati sono tenuti a controllare il sito istituzionale di ARPAB.

In ogni caso, l’Agenzia si riserva di escludere, con provvedimento motivato, in qualunque momento della procedura selettiva, i candidati che risultino in difetto dei requisiti prescritti dall’avviso ovvero per mancata dichiarazione degli stessi nella domanda di ammissione ovvero per dichiarazioni mendaci in ordine al possesso degli stessi, fatta salva la responsabilità penale prevista.

Art.6 Commissione esaminatrice.

L’Agenzia nomina per ogni procedura di selezione la Commissione esaminatrice nel rispetto del D.Lgs 165/2001 e ss.mm.ii e per quanto applicabili del DPR 220/2001 e del DPR 487/1994.

Le Commissioni saranno così composte:

-Presidente: un dirigente dell’ARPAB, o di altre Agenzie ambientali o di altre amministrazioni pubbliche, o tra docenti universitari, esperti nelle materie oggetto delle prova d’esame della selezione di riferimento;

-Componenti: due assistenti tecnici scelti tra il personale dell’ARPAB, di altre Agenzie ambientali o di altre amministrazioni pubbliche, esperti nelle materie oggetto delle prove d’esame della selezione di riferimento;

-Segretario: un dipendente amministrativo dell’ARPAB, o di altre Agenzie ambientali o di altre amministrazioni pubbliche, di categoria non inferiore alla “C”.

Essa potrà essere integrata da ulteriori componenti per l’accertamento della conoscenza della lingua inglese
e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

La composizione delle Commissioni sarà pubblicata sul sito istituzionale dell’ente, nella sezione Amministrazione trasparente – Bandi di concorso – alla pagina web
https://www.arpab.it//amm_trasp/concorsi.asp?id=c_2020.

Art. 7 Prova d’esame.

Le prove di esame consisteranno in una prova scritta e in una prova orale.

La prova scritta consisterà nella soluzione di quesiti a risposta sintetica e/o aperta finalizzata ad accertare le conoscenze del candidato sia sotto il profilo teorico che quello applicativo e operativo in relazione alle materie e alle attività oggetto di selezione.

La prova orale consisterà in un colloquio individuale interdisciplinare finalizzato ad accertare le conoscenze del candidato sia sotto il profilo teorico che quello applicativo e operativo sulle materie e sulle attività oggetto di selezione, nonché sulla Legge Regionale n. 1/2020 “Riordino della disciplina dell’Agenzia Regionale per la
Protezione dell’Ambiente della Basilicata (ARPAB)”, sulla Legge n. 132/2016 “Istitutiva del Sistema Nazionale a rete per la Protezione dell’Ambiente (SNPA)”, sulla conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e sulla conoscenza della lingua inglese.

Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30, mentre il superamento della prova orale è subordinato al
raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 14/20.

La prova orale sarà svolta nel rispetto delle misure per la tutela della salute pubblica a fronte della situazione epidemiologica e potrà essere svolta in videoconferenza, attraverso l’utilizzo di strumenti informatici e digitali garantendo comunque l’adozione di soluzioni tecniche che assicurino la pubblicità della stessa, l’identificazione dei partecipanti, nonché la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità.

Le prove concorsuali non verranno effettuate nei giorni festivi, né nei giorni di festività religiose ebraiche o valdesi.

La lista dei candidati ammessi alla successiva prova orale nonché il diario della stessa verranno pubblicati esclusivamente sul sito istituzionale dell’ente – nella sezione amministrazione trasparente – bandi di concorso
– alla pagina web http://www.arpab.it//amm_trasp/concorsi.asp?id=c_2020.

Tale pubblicazione ha valore di notifica ai sensi dell’art. 32 L. 69/2009.

I candidati ammessi alle prove dovranno presentarsi muniti di idoneo e valido documento di identità, pena l’esclusione.

I candidati che non si presenteranno a sostenere le predette prove nel giorno, ora e sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dalla selezione qualunque sia la causa dell’assenza anche se non dipendente dalla loro volontà.

La valutazione di merito delle prove giudicate sufficienti è espressa da un punteggio compreso tra quello minimo per ottenere la sufficienza e quello massimo attribuibile per ciascuna prova.

L’ammissione alla prova successiva è subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza nella
prova precedente.

Al termine delle prove di esame, la Commissione esaminatrice formula la graduatoria dei candidati.

E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito la sufficienza in ciascuna delle prove di
esame.

Le materie delle prove di esame per ciascuna procedura di selezione sono le seguenti:

Art. 8 Valutazione dei titoli e delle prove d’esame.

Ogni Commissione esaminatrice disporrà, complessivamente, di 70 punti così ripartiti:

1) 20 punti per titoli;

2) 50 punti per le prove di esame.

Valutazione dei titoli

I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:

a) titoli di carriera: 6;

b) titoli accademici e di studio: 4;

c) pubblicazioni e titoli scientifici: 4;

d) curriculum formativo e professionale: 6.

I titoli saranno valutati dall’apposita Commissione esaminatrice, ai sensi delle disposizioni contenute nell’art.
11 del D.P.R. n. 220 del 27/03/2001.

Le autocertificazioni relative ai singoli titoli dovranno essere rese secondo le modalità stabilite dal DPR n. 445/2000 e contenere tutte le informazioni necessarie per procedere ai controlli previsti dalle norme in vigore.

Valutazione prove d’esame

I punti per le prove di esame sono così ripartiti:

a) 30 punti per la prova scritta;

b) 20 punti per la prova orale.

Il punteggio complessivo è costituito dalla somma dei punti attribuiti ai titoli e dei punti attribuiti alle prove d’esame.

Art. 9 Prove preselettive

L’Agenzia si riserva di effettuare la procedura pre-selettiva, con l’ausilio di enti o istituzioni specializzati pubblici o privati e con possibilità di predisposizione dei quesiti da parte degli stessi, in considerazione del numero delle domande di partecipazione ammesse in relazione a ciascuna procedura selettiva del presente
avviso:

-Codice di selezione 01: Prova preselettiva nel caso in cui il numero delle domande ammesse risulti pari o superiore a 13 volte il numero dei posti messi a selezione;

– Codice di selezione 02: Prova preselettiva nel caso in cui il numero delle domande ammesse risulti pari o superiore a 13 volte il numero dei posti messi a selezione;

– Codice di selezione 03: Prova preselettiva nel caso in cui il numero delle domande ammesse risulti pari o superiore a 13 volte il numero dei posti messi a selezione;

– Codice di selezione 04: Prova preselettiva nel caso in cui il numero delle domande ammesse risulti pari o
superiore a 50 volte il numero dei posti messi a selezione;

-Con avviso, pubblicato sul sito dell’Agenzia, entro 30 giorni dalla pubblicazione del provvedimento di ammissione/esclusione di cui al presente art. 5, è reso noto il diario della eventuale pre-selettiva, comprensivo di giorno, ora e sede di svolgimento. Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti.

I candidati sono tenuti a presentarsi per sostenere la prova preselettiva muniti di un valido documento di riconoscimento e della stampa dell’inoltro della domanda di partecipazione recante numero identificativo.

La mancata presentazione nel giorno, ora e sede stabiliti comporta l’esclusione automatica dal concorso.

La prova preselettiva, della durata di 80 minuti, da effettuarsi anche con l’ausilio di sistemi computerizzati, consisterà in n. 90 quesiti a risposta multipla, di cui n. 20 di logica e di comprensione del testo e n. 70 tesi
a verificare la conoscenza della lingua inglese, le nozioni sui sistemi informatici e la nozioni generali sulle materie delle prove di esame oggetto di ciascuna selezione.

Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova.

Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta.

Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale di merito e viene determinato con le seguenti modalità:

– attribuzione di 1 punto per ogni risposta esatta;

– sottrazione di 0,35 punti per ogni risposta errata o plurima;

– 0 punti per ogni risposta omessa.

Durante la prova preselettiva i candidati non possono consultare testi o appunti di alcun genere, né avvalersi di supporti cartacei, di telefoni portatili, di strumenti idonei alla memorizzazione di informazioni o alla trasmissione di dati, né comunicare tra di loro, ne’ introdurre alcun oggetto nell’aula ove si svolge la prova.

Nel caso in cui si accerti una delle violazione innanzi indicate sarà disposta l’immediata esclusione del candidato dalla prova.

Saranno ammessi alla prova scritta tutti i candidati che avranno riportato un punteggio minimo pari a 72/90 e, in ogni caso, un numero di candidati non inferiori ai posti messi a selezione per ciascuna procedura come di seguito:

-Codice di selezione 01: saranno ammessi alla prova scritta in ogni caso un numero di candidati pari o non inferiore a 4 volte il numero dei posti messi a selezione;

-Codice di selezione 02: saranno ammessi alla prova scritta in ogni caso un numero di candidati pari o non inferiore a 4 volte il numero dei posti messi a selezione;

-Codice di selezione 03: saranno ammessi alla prova scritta in ogni caso un numero di candidati pari o non inferiore a 4 volte il numero dei posti messi a selezione;

-Codice di selezione 04: saranno ammessi alla prova scritta in ogni caso un numero di candidati pari o non inferiore a 20 volte il numero dei posti messi a selezione;

Sono comunque ammessi i candidati che hanno conseguito un punteggio uguale al più basso risultato utile ai fini dell’ammissione secondo il suddetto criterio.

L’esito della prova-preselettiva sarà consultabile sul sito istituzionale dell’Agenzia, nella sezione Amministrazione trasparente – Bandi di concorso – alla pagina web https://www.arpab.it//amm_trasp/concorsi.asp?id=c_2020

Art. 10 Graduatoria.

La graduatoria finale di merito sarà formata per ciascuna selezione secondo l’ordine dei punteggi ottenuti dai candidati per i titoli e per le singole prove di esame e con l’osservanza delle vigenti disposizioni in materia di preferenze ai sensi del D.P.R. n. 487 del 09.05.1994, nonché dell’art. 3 della L. n. 127 del 15.05.1997, così come integrato dall’art. 2, comma 9, della Legge n. 191 del 16.06.1998.

Coloro che abbiano titoli di preferenza e/o di precedenza dovranno farne espressa dichiarazione nella domanda di partecipazione all’avviso, presentando idonea documentazione, pena l’esclusione dal relativo beneficio.

Il candidato, che intende far valere i titoli di riserva e/o di preferenza previsti dall’art. 5 del DPR n. 487/1994, deve presentare, o far pervenire, a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@pec.arpab.it entro il termine perentorio di dieci giorni, decorrenti dal giorno successivo a quello in cui ha sostenuto la prova orale con esito positivo, le dichiarazioni sostitutive secondo quanto previsto dagli articoli 46 e 47 del DPR n. 445/2000.

Da tali documenti o dichiarazioni sostitutive deve risultare che i titoli espressamente dichiarati nella domanda di ammissione al concorso erano già in possesso del candidato alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda stessa.

La graduatoria di merito, formulata dalla commissione esaminatrice secondo l’ordine dei punti riportati nella votazione complessiva conseguita da ciascun candidato, sarà successivamente riformulata tenendo conto degli eventuali titoli di precedenza e/o preferenza presentati dal candidato tenendo presente che, qualora a conclusione delle operazioni di valutazione dei citati titoli preferenziali due o più candidati si classificheranno nella stessa posizione, sarà preferito il candidato più giovane di età, ai sensi del comma 9 dell’art. 2 della legge n. 191 del 1998.

Saranno dichiarati vincitori, sotto condizione dell’accertamento del possesso dei requisiti prescritti per l’ammissione all’impiego, i candidati utilmente collocati in graduatoria, nel limite dei posti messi a concorso.

La graduatoria finale di merito è approvata con provvedimento del legale rappresentante dell’Agenzia ed è immediatamente efficace.
La graduatoria stessa sarà pubblicata a norma dell’art. 32 L. 69/2009 sia nella sezione albo on-line dell’Agenzia che nella sezione Amministrazione trasparente – Bandi di concorso – alla pagina web http://www.arpab.it//amm_trasp/concorsi.asp?id=c_2020.

In esecuzione della deliberazione n. 92 del 10/06/2020, che qui si intende integralmente riprodotta e trascritta, è indetto avviso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo pieno e determinato della durata di 18 (diciotto) mesi , di diverse unità di personale indicate con i vari codice di selezione:

Codice Selezione 01 – Ingegneri. -n. 15 unità di personale, di cui n. 4 unità riservate ai militari volontari congedati ai sensi degli artt. 1014 e 678 del D.Lgs. n. 66/2010, con profilo professionale di Collaboratore Tecnico Professionale – da inquadrare nella categoria

– “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – da impiegare per lo svolgimento delle attività tecniche: di valutazione e compatibilità ambientale per il rilascio dei pareri richiesti dai procedimenti di VIA e AIA; di controllo e verifica delle emissioni in atmosfera; relative all’applicazione della modellistica di diffusione e trasporto degli inquinamenti in atmosfera; di caratterizzazione analitica idrogeologica e di monitoraggio ambientale;
Codice Selezione 02 – Ingegneri.

-n. 1 unità di personale, con profilo professionale di Collaboratore Tecnico Professionale – da inquadrare nella
categoria – “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – da impiegare per lo svolgimento
dell’attività tecniche relative alle misurazioni dei campi elettromagnetici e alle valutazioni dell’impatto acustico;
Codice Selezione 03 – Ingegneri.

-n. 1 unità di personale, con profilo professionale di Collaboratore Tecnico Professionale – da inquadrare nella categoria – “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – da impiegare per lo svolgimento delle attività tecniche relative ai sistemi di gestione della sicurezza e di impianti industriali a rischio incidente rilevante;

Codice Selezione 04 – Chimici.

-n. 16 unità di personale, di cui n. 4 unità riservate ai militari volontari congedati ai sensi degli artt. 1014 e 678 del D.Lgs. n. 66/2010, con profilo professionale di Collaboratore Tecnico Professionale – da inquadrare nella categoria

– “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – da impiegare per lo svolgimento delle attività
tecniche relative: alle analisi chimiche; alla verifica e controllo dell’inquinamento suoli e rifiuti; alla verifica e controllo dell’inquinamento delle risorse idriche, alla verifica e controllo dell’inquinamento radioattivo; alla verifica e controllo dell’inquinamento dell’aria;
Codice Selezione 05 – Fisici.

-n. 2 unità di personale, con profilo professionale di Collaboratore Tecnico Professionale – da inquadrare nella
categoria – “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – da impiegare per lo svolgimento delle
attività tecniche relative alla verifica e controllo dell’inquinamento radioattivo e dell’aria;
Codice Selezione 06 – Geologi.

-n. 6 unità di personale, di cui n. 1 unità riservata ai militari volontari FFAA congedati ai sensi degli artt. 1014 e 678
del D.Lgs. n. 66/2010, con profilo professionale di Collaboratore Tecnico Professionale – da inquadrare nella categoria – “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – da impiegare per lo svolgimento delle attività tecniche: di valutazione e compatibilità ambientale per il rilascio dei pareri richiesti dai procedimenti di VIA e AIA; di controllo e verifica dell’inquinamento suoli e rifiuti; di caratterizzazione analitica idrogeologica;
Codice Selezione 07 – Biologi.

– n. 8 unità di personale, di cui n. 2 unità riservata ai militari volontari congedati ai sensi degli artt. 1014 e 678 del
D.Lgs. n. 66/2010, con profilo professionale di Collaboratore Tecnico Professionale – da inquadrare nella categoria
– “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – per lo svolgimento delle attività tecniche relative:
alla biologia ambientale; alle analisi microbiologiche ed ecotossicologiche; monitoraggio delle acque;
Codice Selezione 08 – Informatico.

– n. 1 unità di personale, con profilo professionale di Collaboratore Tecnico Professionale – da inquadrare nella
categoria – “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – per lo svolgimento delle attività di
implementazioni dei sistemi agenziali in ambiente intranet ed extranet; Codice Selezione 09 – Scienze Ambientali/Forestali/Naturali.

– n. 4 unità di personale, di cui n. 1 unità riservata ai militari volontari congedati ai sensi degli artt. 1014 e 678 del
D.Lgs. n. 66/2010, con profilo professionale di Collaboratore Tecnico Professionale – da inquadrare nella categoria
– “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – da impiegare per lo svolgimento delle attività
tecniche: di valutazione e compatibilità ambientale per il rilascio dei pareri richiesti dai procedimenti di VIA e AIA; di controllo e verifica dell’inquinamento suoli e rifiuti; di controllo e verifica dell’inquinamento elettromagnetico ed
acustico; di monitoraggio degli ecosistemi;
Codice Selezione 10 – Giurisprudenza/Economia.

– n. 4 unità di personale, di cui n. 1 unità riservata ai militari volontari congedati ai sensi degli artt. 1014 e 678 del D.Lgs. n. 66/2010 con profilo professionale di Collaboratore Amministrativo Professionale – da inquadrare nella
categoria – “D” – Fascia economica “D/0” – del CCNL Comparto Sanità – da impiegare per le attività: di
rendicontazione dei fondi comunitari e regionali; relative ai procedimenti amministrativo – contabile.

Art. 1. Requisiti generali di ammissione.

Per la partecipazione al presente avviso, è richiesto il possesso dei seguenti requisiti generali:
a) cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea, salva diversa previsione normativa.

Ai sensi dei vigenti art. 38 del D.Lgs n. 165/2001 e art. 25 del D.Lgs n. 251/2007, possono altresì partecipare i familiari dei cittadini indicati al punto

a) non aventi la cittadinanza in uno degli Stati membri dell’Unione Europea che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Per la definizione di familiare si rinvia all’art. 2 della Direttiva Comunitaria n. 2004/38/CE; i cittadini di paesi terzi titolari di permesso di soggiorno UE per soggiorni di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.

I cittadini stranieri devono essere in possesso dei diritti civili e politici anche negli stati di appartenenza o di provenienza e di avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana che sarà accertata dall’Agenzia prima della sottoscrizione del contratto;

b) godimento dei diritti civili e politici;

c) idoneità fisica all’impiego;

d) non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;

e) non essere stati interdetti dai pubblici uffici;

f) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione;

g) non essere stati licenziati da altro impiego statale ai sensi della vigente normativa contrattuale, per aver conseguito l’impiego a seguito della presentazione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti;

h) non avere un’età superiore ai limiti previsti dalla vigente legislazione per il mantenimento in servizio;

i) non aver riportato condanne penali passate in giudicato che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la
costituzione del rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione.

I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione al presente avviso, pena l’esclusione.

Art. 4.Presentazione della domanda. Termini e modalità.

La domanda di partecipazione dovrà essere prodotta, a pena di esclusione, unicamente tramite procedura telematica presente o sul portale dell’Agenzia, nella sezione amministrazione trasparente – bandi di concorso – alla pagina web http://www.arpab.it//amm_trasp/concorsi.asp?id=c_2020 o sul portale della Regione Basilicata all’indirizzo https://portalebandi.regione.basilicata.it/PortaleBandi/homeAltri.jsp.

E’ possibile accedere alla procedura per la compilazione della domanda di partecipazione tramite due diverse modalità:

1. SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) – Livello 2, le cui credenziali potranno richiedersi presso uno dei
fornitori di tale servizio accreditati sul portale AGID all’indirizzo web https://www.spid.gov.it/richiedi-spid;

2. CNS (Carta Nazionale dei Servizi) secondo le informazioni riportate all’indirizzo
http://www.firmadigitale.regione.basilicata.it/infocard/pub/info-certificati_562.

Le istruzioni per la compilazione della domanda di partecipazione saranno indicate sul portale dell’Agenzia, nella
sezione amministrazione trasparente – bandi di concorso – alla pagina web
http://www.arpab.it//amm_trasp/concorsi.asp?id=c_2020.

La procedura di compilazione ed invio on-line della domanda dovrà essere completata entro le ore 23:59:59 del quindicesimo giorno, compresi i giorni festivi, decorrenti dal giorno successivo al 23 giugno 2020.

Dopo aver concluso e perfezionato l’iter previsto per la domanda di partecipazione, il candidato dovrà conservare la
stampa della stessa, per poterla esibire all’atto dell’eventuale prova preselettiva e/o della prova scritta.

Qualora il candidato compili più volte il format on-line per lo stesso profilo si terrà conto unicamente dell’ultima domanda inviata nei termini previsti.

Non sono ammesse altre forme di produzione o di invio delle domande di partecipazione oltre a quella di compilazione ed invio on-line.

In fase di inoltro della domanda verrà automaticamente attribuito un numero identificativo necessario per le
operazioni d’ufficio.

Tale numero, unitamente al codice di selezione relativo al profilo di riferimento, dovrà essere indicato per qualsiasi comunicazione successiva.

La data di presentazione telematica della domanda di partecipazione all’avviso è certificata dal sistema informatico che, allo scadere del termine utile per la sua presentazione, non permetterà più l’inoltro di domande, ma soltanto l’accesso per la visione e la stampa delle domande precedentemente inviate.

Nella domanda il candidato deve dichiarare, sotto la propria responsabilità e ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR
del 28 dicembre 2000 n.445 e successive modificazioni:

1. il codice di selezione a cui intende partecipare tra quelli indicati nel presente avviso. Qualora il candidato volesse
partecipare a più selezioni dovrà presentare distinte domande;

2. il cognome, il nome, la data e il luogo di nascita, la residenza e il domicilio, se diverso dalla residenza, l’indirizzo di
posta elettronica certificata (PEC) o l’indirizzo di posta elettronica (e-mail) e il numero di telefono. I candidati hanno
l’obbligo di comunicare tempestivamente all’Agenzia eventuali modifiche dei contatti indicati nella domanda di
partecipazione, la quale non assume responsabilità alcuna in caso di irreperibilità delle comunicazioni;

3. il possesso della cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea, salva diversa previsione normativa;
ovvero di essere in possesso dei requisiti di cui all’art. 1, punto a), cpv;

4. il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste
medesime;

5. le eventuali condanne penali definitive riportate (indicando la data di decisione, l’Autorità che l’ha emessa ed il reato commesso) ed i procedimenti penali in corso;

6.l’assenza di eventuali condanne penali definitive riportate ed i procedimenti penali in corso;

7. di non essere stato dispensato o destituito dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione;

8. di non essere stato licenziato da altro impiego statale ai sensi della vigente normativa contrattuale, per aver
conseguito l’impiego a seguito della presentazione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti;

9. il possesso della laurea specifica in relazione alla selezione, segnatamente indicata all’art. 2 del presente avviso, a cui intende partecipare, il voto riportato, la data di conseguimento e l’Università presso la quale è stata conseguita.

In caso di equipollenza e/o equiparazione al titolo di laurea richiesto, il candidato dovrà indicare gli estremi del provvedimento che la riconosca.

I cittadini comunitari in possesso del titolo di studio conseguito nei Paesi dell’Unione Europea, già riconosciuto prima del termine di scadenza della presentazione della domanda, devono indicare il provvedimento di riconoscimento rilasciato dalle competenti autorità in conformità alle disposizioni previste dalla vigente normativa
nazionale e comunitaria, pena l’esclusione;

10. i titoli che si ritiene opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito di cui all’art. 8 del presente avviso.

Detti titoli dovranno essere allegati alla domanda di partecipazione e potranno essere caricati mediante unici file PDF – ciascuno con dimensione massima di 5MB – tramite gli appositi UPLOAD, predisposti distintamente per:

    •  titoli di carriera;
    • titoli accademici e di studio;
    • pubblicazioni e titoli scientifici;
    • curriculum formativo e professionale.

La veridicità di ogni singolo titolo dovrà essere attestata, sotto propria personale responsabilità, mediante apposita dichiarazione da rendere ai sensi del DPR n. 445/2000. L’omessa dichiarazione relativa al singolo titolo comporterà
l’inutilizzabilità dello stesso ai fini della valutazione del merito.

11. la posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;

12. l’idoneità fisica all’impiego;

13. l’eventuale appartenenza ai volontari FFAA congedati senza demerito dalle forme contratte anche al termine o
durante le rafferme, per la riserva dei posti ai sensi e per gli effetti dell’art. 1014, commi 3 e 4, e dell’art. 678, comma
9, del D.Lgs. n. 66/2010, così come modificato dall’art. 4, lett. pp), nn. 1) e 2) del D.Lgs 24.02.2012 n. 20;

14. i titoli che danno diritto a riserva, a precedenza o preferenza a parità di punteggio tra quelli indicati all’art. 5 del DPR n. 487/1994 e ss.mm.ii;

15. l’accettazione espressa e integrale di tutte le prescrizioni e condizioni contenute nel presente avviso;

16. di essere a conoscenza delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del DPR n. 445/2000, per le ipotesi di falsità in
atti e dichiarazioni mendaci;

17. di esprimere il consenso al trattamento dei dati personali per le finalità e con le modalità di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e ss.mm.ii.;

18.di avere effettuato il versamento della tassa di concorso pari ad euro 10,00(dieci//00) non rimborsabile esclusivamente mediante bonifico bancario intestato a: Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della
Basilicata – Servizio Tesoreria – Banca Popolare di Bari – sede di Potenza – IBAN: IT61K0542404297000000000261, indicando nella causale: “Tassa di avviso pubblico. Codice di selezione concorso______”.

La ricevuta del versamento deve essere allegata alla domanda di partecipazione e dovrà essere caricata mediante file
PDF tramite l’apposito UPLOUD.

Il candidato diversamente abile deve fare esplicita richiesta, nella domanda, dell’ausilio e/o di tempi aggiuntivi
eventualmente necessari per lo svolgimento della prova in relazione al proprio handicap; il medesimo deve trasmettere idonea certificazione medica rilasciata da apposita struttura del sistema sanitario nazionale o regionale, che specifichi gli elementi essenziali dell’handicap. Al fine di consentire all’Agenzia di predisporre per tempo i mezzi e gli strumenti necessari, la certificazione medica dovrà essere presentata ovvero pervenire, a mezzo raccomandata postale con avviso di ricevimento, da indirizzare all’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata, via della Fisica n. 18/C – 85100 – Potenza oppure a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo
protocollo@pec.arpab.it, entro e non oltre 3 giorni successivi dal termine di scadenza del presente avviso.

Il candidato, ove riconosciuto persona affetta da invalidità uguale o superiore all’80%, non è tenuto a sostenere la
prova preselettiva ed è ammesso alla prove scritta, previa presentazione della documentazione comprovante la
patologia da cui è affetto ed il grado di invalidità. Detta documentazione dovrà essere presentata con le stesse modalità e gli stessi termini di cui al periodo precedente.

L’Agenzia non è responsabile del mancato ricevimento da parte del candidato delle comunicazioni relative alla procedura di selezione in caso di inesatte o incomplete dichiarazioni da parte del candidato circa il proprio recapito  ovvero di mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di recapito rispetto a quello indicato nella domanda,
nonché in caso di eventuali disguidi informatici imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.

Per la partecipazione alla presente selezione deve essere effettuato entro e non oltre i termini di scadenza, a pena di
esclusione, il versamento della quota di partecipazione di euro 10,00 (dieci//00).

Qualora il candidato intenda presentare domanda di partecipazione a più codici di selezione di cui al presente avviso, il versamento della quota di partecipazione dovrà essere effettuato per ciascuno di essi. Il contributo di ammissione non è rimborsabile.

Il pagamento dovrà essere effettuato esclusivamente mediante bonifico bancario intestato a: Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Basilicata – Servizio Tesoreria – Banca Popolare di Bari – sede di Potenza – IBAN:
IT61K0542404297000000000261, indicando nella causale: “Tassa di avviso pubblico. Codice di selezione concorso______”.

Art. 8 Valutazione dei titoli e delle prove d’esame.

Ogni Commissione esaminatrice disporrà, complessivamente, di 70 punti così ripartiti:

1) 20 punti per titoli;

2) 50 punti per le prove di esame.

Valutazione dei titoli

I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:

a) titoli di carriera: 6;

b) titoli accademici e di studio: 4;

c) pubblicazioni e titoli scientifici: 4;
d) curriculum formativo e professionale: 6.

I titoli saranno valutati dall’apposita Commissione esaminatrice, ai sensi delle disposizioni contenute nell’art. 11 del
D.P.R. n. 220 del 27/03/2001.

Le autocertificazioni relative ai singoli titoli dovranno essere rese secondo le modalità stabilite dal DPR n. 445/2000
e contenere tutte le informazioni necessarie per procedere ai controlli previsti dalle norme in vigore.

Valutazione prove d’esame

I punti per le prove di esame sono così ripartiti;

a) 30 punti per la prova scritta;
b) 20 punti per la prova orale.

Il punteggio complessivo è costituito dalla somma dei punti attribuiti ai titoli e dei punti attribuiti alle prove d’esame”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)