Potenza, la giovanissima Elisa Claps oggi avrebbe compiuto gli anni: sempre vivo il suo ricordo nei nostri cuori

Oggi sarebbe stato il compleanno della giovanissima Elisa Claps, la 16enne uccisa il 12 Settembre 1993 e trovata cadavere nel sottotetto della Chiesa della S.S. Trinità a Potenza, solo 17 anni dopo.

Nessun Potentino potrà mai dimenticare questa tragedia e in tanti (in questo giorno) si stringono ancora di più attorno alla famiglia di Elisa e in particolar modo a mamma Filomena.

Messaggi virtuali, preghiere e auguri sulle bacheche Facebook, hanno da sempre accompagnato questo giorno così importante per la 16enne potentina, che purtroppo non ha più potuto festeggiare altri compleanni.

Due anni fa, in occasione dei 40 anni dalla sua nascita (traguardo importante soprattutto per le donne) Tiziana Muselli e Anna Giordanoautrici della pagina Facebook “In memoria di Elisa Claps“, la ricordarono con questo messaggio:

“Elisa Claps, la giovane potentina uccisa da Danilo Restivo il 12 Settembre 1993 nel sottotetto della Chiesa della S.S. Trinità, oggi avrebbe compiuto 40 anni.

Probabilmente avrebbe festeggiato con i suoi cari.

Forse avrebbe avuto un marito, dei figli. E’ stata defraudata di questo diritto. Del diritto di vivere.

Ricordare l’anniversario della sua nascita significa non dimenticare: i sogni che le furono rubati, i suoi 16 anni brutalmente recisi, il buio omertoso che l’avvolse nei 17 anni in cui la sua salma fu volutamente occultata in quel sottotetto.

Non dimenticare significa coltivarne la memoria permettendole di rivivere nei cuori delle persone.

Buon compleanno, Elisa!”.

Un messaggio pieno di commozione per una ragazza scomparsa nel fiore degli anni, ma che continua a vivere nel ricordo, nel cuore e nell’affetto di chi l’ha amata in vita.