Nubifragio nel metapontino, Coldiretti: “si teme che ancora una volta il settore agricolo sia costretto a ricostruire sulle macerie”. Le foto

L’abbondante pioggia accompagnata da venti fortissimi con raffiche che stanno superando i 100 km orari sulla fascia jonica e con fenomeni di tornado nei Comuni di Pisticci, Policoro e Scanzano sta generando enormi danni a strutture sia civili che agricole.

E’ quanto fa sapere Coldiretti Basilicata.

Evidenzia il presidente provinciale, Gianfranco Romano:

“Le serre per le colture di pregio del metapontino in queste ore sono messe a durissima prova,  in particolar modo nelle zone a ridosso della strada statale 106 jonica battute da venti di burrasca.

Quasi tutte sono andate distrutte. Al momento è impossibile stimare i danni di questo ulteriore fenomeno meteorologico eccezionale, ma si teme che ancora una volta il settore agricolo sia costretto a ricostruire sulle macerie.

Grazie alle segnalazioni fatte nelle settimane scorse agli organi competenti da parte di Coldiretti Matera, con la richiesta di attuare un piano straordinario di pulizia dei canali e di manutenzione e potenziamento delle idrovore presenti nel territorio provinciale in vista della stagione autunnale, la rete idrica del metapontino sta reagendo discretamente alle piogge torrenziali di queste ore.

Le bombe d’acqua che stanno interessando il territorio jonico vengono assorbite dai canali che stanno facendo defluire le acque e dalle idrovore che stanno pompando l’acqua in eccesso, a testimonianza del fatto che il mondo agricolo rappresenta la vera sentinella per la mitigazione del rischio idrogeologico”.

Queste alcune foto dei danni.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)