Potenza, al via il presidio davanti la Regione di questi lavoratori a rischio licenziamento! Ecco la vicenda

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di FIM FIOM UILM:

Venerdì’ 9 settembre (a partire dalle 9.30) presso la Regione Basilicata, si terrà l’ennesimo presidio dei lavoratori della TFA di Tito Scalo per gridare il proprio sdegno nei confronti di coloro i quali che, oltre alle passerelle, le vetrine e impegni mai resi esigibili, non riescono ad andare.

Il 31 dicembre è alle porte, data ultima per evitare il licenziamento di questi lavoratori e, purtroppo registriamo un ‘nulla di fatto’ rispetto agli impegni assunti: dov’è il bando di reindustrializzazione?

La riconversione, la riqualificazione, anche attraverso investimenti in progetti non-oil, che avrebbe dovuto interessare Total ed Eni: dove sono andati a finire?

Bisogna passare ai fatti: intollerabile ed ingiusto che la delocalizzazione di TFA ed i successivi mancati impegni regionali vengano pagati a caro prezzo dai lavoratori.

Caro Presidente Bardi, caro Assessore Galella, caro Consiglio Regionale, siamo capaci di iniziare almeno a portare a termine gli impegni assunti?

C’è tanta rabbia e delusione ma ancora crediamo che si possa giungere positivamente alla conclusione della vertenza.

Il tempo stringe.

Ognuno di noi deve e dovrà assumersi le proprie responsabilità.

La nostra Regione non può perdere una opportunità di sviluppo e, ahimè, ad ingrassare la lista dei nuovi licenziati lucani“.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)