A Potenza ancora furti e rapine anche in pieno giorno! Cosa sta succedendo?

In quest’ultimo periodo Potenza è sotto il mirino dei malviventi.

Cittadini sempre più preoccupati per i furti che non solo avvengono all’interno degli appartamenti, ma anche all’interno di esercizi pubblici, talvolta in pieno giorno.

La scia di furti riguarda, in particolar modo, questi ultimi mesi.

Lo scorso 15 Marzo un furto è avvenuto nella notte ai danni di una gioielleria sita in via Cavour.

Il “colpo” è stato effettuato circa alle ore 3:00 del mattino.

Non un caso, ma un furto ben premeditato, tentato già 11 giorni prima.

Due i malviventi che con guanti e passamontagna si sono intrufolati nel negozio e che, prima di agire, hanno sbarrato la strada con una catena e messo pneumatici incendiati sull’asfalto per ritardare l’arrivo delle Forze dell’Ordine.

Si sospetta che i due avessero dei complici.

Una volta giunti all’ingresso dell’esercizio i banditi, usando alcuni martelli, hanno sfondato la vetrina (provando anche con la porta d’ingresso automatica) per poi introdursi all’interno e prendere tutto ciò che potevano, tra cui gioielli e orologi.

Poi, è toccato ad una Tabaccheria sita in Via Angilla Vecchia.

In due hanno rapinato l’esercizio ferito il proprietario.

L’uomo è stato infatti trovato a terra e privo di sensi.

A lanciare l’allarme i familiari preoccupati che, non vedendolo rincasare, hanno allertato le Forze dell’Ordine.

Sul posto Carabinieri e sanitari del 118 che hanno trasportato il titolare al San Carlo.

Pare che i malviventi siano entrati nell’esercizio per giocare al lotto.

I ladri hanno portato via l’incasso e “vari gratta e vinci”.

Presa di mira, in pieno giorno, anche la banca di Via Porta Salza.

I malviventi, sempre due secondo le prime notizie, pare siano entrati all’interno dell’istituto a volto scoperto e armati di un taglierino.

Hanno minacciato Direttore e Cassiera facendosi consegnare il contenuto delle casse.

Un solo cliente era presente in banca al momento della rapina.

La somma prelevata pare si aggiri intorno a qualche migliaia di euro.

Una volta ottenuto l’incasso i due si sono dileguati nel Centro Storico.

Ennesimo furto è avvenuto lo scorso 17 Maggio presso l’ufficio postale sito in Via Verrastro attorno alle ore 12:00.

Un uomo (armato di taglierino e a volto coperto) si è introdotto all’interno del locale, facendosi consegnare il contenuto dell’incasso.

Due delle impiegate hanno avuto un malore.

Il malvivente si è poi dileguato a piedi.

Ultimo episodio, in ordine temporale, si è registrato ieri presso il negozio di cellulari sito in Viale del Basento.

Due uomini sono entrati nel locale armati di taglierino e, dopo aver tagliato alcuni fili, pare abbiano preso una decina di smartphone.

I due si sono dati alla fuga, facendo perdere ogni traccia.

Intervenuta sul posto la Polizia che sta indagando sulla vicenda.

Una serie di episodi che hanno allertato non poco i cittadini, i quali continuano a sostenere, che Potenza non è più la stessa.

Cosa ne pensate?