“Potenza in fiore”: una città sempre più verde con il vostro contributo! I dettagli

Potenza è pronta a rifiorire con un nuovo, atteso appuntamento.

Di cosa si tratta?

Ecco i dettagli dall’assessore all’Ambiente Alessandro Galella:

“Un’iniziativa fortemente voluta da questa Amministrazione che ritiene il rendere bella Potenza e il suo decoro, elementi centrali del proprio agire.

Per questo chiederemo a imprenditori e privati cittadini di prendersi cura dei propri spazi, siano essi aiuole, giardini o semplicemente balconi.

Ritenendo inoltre che il Comune, in questo come in ogni altro ambito, debba dare il buon esempio, pianteremo fiori in ogni spazio verde pubblico della città e continueremo a farlo, perché vogliamo che Potenza sia una città incantevole, e per farlo cominceremo col trasformare i parchi in giardini.

Abbiamo pensato a istituire un concorso e una pagina Facebook che si chiamerà ‘Potenza in fiore’, pagina sulla quale le foto degli allestimenti floreali più belli, siano essi balconi o spazi verdi, che riceveranno il maggior numero di ‘mi piace’, si vedranno attribuire premi.

Tutto questo anche per far sì che la sparuta minoranza di incivili che ospitiamo in città diventi sempre più marginale e la stragrande maggioranza di potentini possano essere veri e propri custodi e tutori del decoro e della bellezza del capoluogo di regione”.

Il Sindaco Mario Guarente ha ricordato:

“Al nostro insediamento una delle cose sulle quali ci siamo soffermati è stata la presenza di fioriere vuote in centro, aspetto che contribuiva a rendere meno piacevole quello che è il cuore della nostra città.

Ringrazio l’assessore Galella per la celerità con la quale si è mosso e, con una spesa contenuta, per aver realizzato un progetto semplice ma importante.

Anche il coinvolgimento dell’ampia platea di Facebook è un’idea felice e che sono certo incontrerà il favore di molti, innescando una sana competizione affinché Potenza diventi sempre più gradevovole”.

Cosa ne pensate?

Parteciperete?

 a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)