Tempa Rossa: mobilitazione dei Sindaci, ma il Comune maggiormente interessato dalle attività estrattive non parteciperà. Ecco le ragioni

Pubblichiamo il Comunicato Stampa del Sindaco di Corleto Perticara (PZ) e dell’Amministrazione in risposta alla manifestazione organizzata per Sabato 17 Ottobre dai Sindaci dell’area della concessione:

“Il Sindaco del Comune di Corleto Perticara e l’amministrazione tutta comunicano all’opinione pubblica che hanno deciso di non partecipare, né quali istituzioni né a titolo personale, alla manifestazione organizzata da alcuni Sindaci dell’area della concessione “Tempa Rossa” ed avente ad oggetto proteste contro presunte anomalie nel malfunzionamento degli impianti e la violazione degli accordi sottoscritti.

Innanzitutto è doveroso da parte nostra rilevare e lamentare di essere stati interpellati organizzatori della manifestazione solo a cose fatte, come suol dirsi, tant’è che questi non si sono neanche premurati, come giusto fosse, di interloquire e consultare l’Amministrazione di Corleto.

Quanto accaduto appare ancor più grave laddove si consideri che Corleto è il comune maggiormente interessato dalle attività estrattive e che la manifestazione in oggetto si svolgerà sul suo territorio per cui riteniamo che galateo istituzionale avrebbe imposto agli organizzatori di renderci edotti previamente dell’iniziativa e delle sue motivazioni soprattutto considerato che la nostra Amministrazione è entrata in carica solo da poche settimane e, pertanto, non può agire od unirsi a protesta alcuna se prima non raggiunge piena contezza delle problematiche legate all’universo Tempa Rossa.

Occorre rimarcare, qualora ve ne fosse bisogno, che la maggior parte dei disagi e delle problematiche legate alla messa in produzione del Centro Oli “Tempa Rossa” riguardano il nostro territorio su cui questo impianto insiste e, conseguentemente, appare inverosimile quanto grave che altri Sindaci, rappresentanti di comuni anche molto distanti fisicamente dall’indotto, si arroghino il diritto di prendere iniziative simili
senza consultare prima i diretti interessati.

Preme significare, infine, che nonostante la scrivente Amministrazione si sia insediata da poco sta già lavorando alacremente per attuare i propositi ed i punti esposti agli elettori durante la campagna elettorale, dunque, la nostra azione amministrativa sarà improntata con particolare riguardo a questioni fondamentali quali la tutela della salute, del territorio, dell’ambiente e dell’occupazione.

Ovviamente laddove avremo contezza di comportamenti sleali o scorretti da parte della Total non esiteremo, assieme agli altri Sindaci ed alle altre Amministrazioni interessate, ad intraprendere le iniziative più opportune a difesa della popolazione e del territorio.

Auspicando che in futuro ci si rammenti di interpellare il Comune di Corleto, quale comune maggiormente interessato dalle estrazioni e da tutte le attività che si svolgono a Tempa Rossa, prima di intraprendere simili iniziative non possiamo esimerci dall’osservare, rispetto alla denuncia riportata nel comunicato stampa degli organizzatori della manifestazione e relativa a presunte denunce ricevute da alcuni cittadini che sembrerebbe abbiano lamentato sintomi correlati alle attività estrattive, che a noialtri tali circostanze non risultano anzi interpellati alcuni nostri concittadini che vivono a ridosso dell’area in questione questi
hanno categoricamente smentito di aver avvertito ad oggi simili sintomi.

Insomma riteniamo inopportuno aderire ad eventi simili se prima non ci vediamo chiaro”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)