ELISA CLAPS: CONDANNATO IL PERITO CHE “NON TROVÒ NESSUN DNA SUL MAGLIONE”

Condanna ad un anno e sei mesi, pena sospesa, per Vincenzo Pascali, il genetista che effettuò la perizia sul maglione di Elisa Claps escludendo la presenza di tracce di dna di Danilo Restivo.

Questa la sentenza emanata oggi dalla seconda sezione del Tribunale di Salerno, che ha condannato Pascali per falso in perizia.

Ricordiamo che a far emergere la “prova regina”, ossia la presenza di tracce di dna dell’assassino, fu la seconda superperizia condotta dai Ris di Parma.

Il giudice ha condannato Pascali, titolare dell’Istituto di medicina legale dell’Università Cattolica di Roma, anche a cinque anni di interdizione dai pubblici uffici, un anno e sei mesi di interdizione da professore universitario e ad una provvisionale di 20 mila euro ciascuno per la mamma ed i due fratelli di Elisa Claps.

Oggi in tribunale, oltre all’imputato, erano presenti i fratelli della povera Elisa e la mamma Filomena Iemma.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)