Giro d’Italia, lo scrittore Genovesi cerca una calamita di Potenza ma trova un tesoro più grande: “l’accoglienza vera”! Il suo racconto

Il Giro d’Italia a Potenza ha regalato grandi emozioni.

Un’altra bella situazione della giornata si è creata quando lo scrittore Fabio Genovesi in diretta Rai Sport ha letto una “cartolina” riservata alla città di Potenza.

Rivolgendosi a un certo Roberto, Genovesi dice:

“Roberto, Roberto caro perdonami.

Ti avevo promesso una calamita da ogni arrivo del Giro.

Ma oggi l’ho chiesta a edicolanti, tabacchini, baristi, cartolai, pure a un paio di vigili urbani. Ma niente.

Una calamita di Potenza non si trova, non c’è, non esiste.

Ma sai cosa è stato più prezioso ancora?

Il loro sguardo sincero e dispiaciuto nel non potermi accontentare.

Questa è l’accoglienza vera.

Non il souvenir e i ricordini, ma un calore così speciale che te lo porti a casa e lo ricorderai per sempre.

Queste persone se la meritavano una tappa così, fatta come loro.

Anime incapaci di offrire cose tiepide e precotte, che non conoscono le pianure e le mezze misure.

Il Giro l’ha sentito, i corridori pure e oggi li hanno ripagati con la stessa sincera incalcolabile passione.

Perché non esiste nulla da prendere al mondo che possa farti felice come il dare.

E allora oggi non ho una calamita per te Roberto, ma da Potenza ti darò un abbraccio.

Quella stretta magica e preziosa che insieme si prende e si dà e ci ricorda quanto può essere semplice la felicità”.

Parole che hanno fatto breccia nella città e nel Sindaco, Mario Guarente, che nel commentare l’estratto della diretta ha detto:

“Sono orgoglioso della mia gente, delle mie origini, della mia città, perfettamente descritti in questo commento del Processo alla tappa.

Non vi nego che è stato difficile non consentire agli occhi di gonfiarsi perché queste parole, in assoluto, sono stata l’emozione più grande”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)