Potenza: al via la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate! Le foto

Oggi, 4 Novembre 2019, alle ore 09.45, presso il Monumento ai Caduti del “Parco Montereale” di Potenza, ha avuto luogo la solenne cerimonia in occasione della festività dell’Unità Nazionale e della “Giornata delle Forze Armate”.

La cerimonia è stata presenziata da il Prefetto di Potenza, Dott. Annunziato Vardè, e le Autorità civili, militari e religiose del capoluogo, nonché le varie Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Durante la celebrazione, è stato schierato un Reparto di Formazione composto da una rappresentanza di ciascuna Forza Armata e dei Corpi di Polizia.

Il Prefetto di Potenza, accompagnato dal Presidente della Regione Basilicata, dal Presidente della Provincia, dal Sindaco e dal Comandante della Legione Carabinieri “Basilicata”, ha commemorato i Caduti con la deposizione di una corona.

Nell’occasione, il Prefetto ha letto il messaggio del Presidente della Repubblica, a seguire è stato portato alla comunità tutta il messaggio del Ministro della Difesa.

È stata, infine, consegnata una Bandiera Nazionale all’Istituto Comprensivo “F.S. NITTI – P. BERARDI”, di Melfi (PZ).

Queste le dichiarazioni del Presidente della Provincia, Rocco Guarino:

“Un pensiero va anche al popolo Curdo nel mentre che le nostre Forze armate sono presidio a tutela della Pace e della Giustizia.

Essenziale, quale elemento cardine, recuperare la fiducia nella politica ed il dialogo tra Istituzioni, l’altro elemento cardine.

La Provincia di oggi è la casa dei Comuni ed è pronta a fare la sua parte nella difesa del territorio come paragone della difesa del nostro Paese, obiettivo delle Forze Armate”.

La giornata della ricorrenza proseguiràcon la possibilità, per le scolaresche, la cittadinanza e le Autorità, di visitare gli stands espositivi delle Forze Armate, delle Forze di Polizia e degli altri Corpi dello Stato allestiti in Piazza Mario Pagano.

Di seguito le foto con alcuni momenti delle celebrazioni.

 

 

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)