Potenza, sorpreso in provincia con un’auto rubata! Ecco cosa stava facendo

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Senise (PZ) hanno arrestato in flagranza di reato un 45enne di origini calabresi, ritenuto responsabile di furto di autovettura.

Il risultato operativo è maturato nel pomeriggio di sabato scorso, 16 ottobre, quando l’uomo, dopo aver asportato in Rende (CS) una Volkswagen T – Cross, parcheggiata lungo la pubblica via, di proprietà di un 59enne del luogo, ha visto interrompere bruscamente la propria fuga grazie alla pronta azione dei Carabinieri.

Nel dettaglio, ricostruendone il tragitto, il malfattore, alla guida dell’autoveicolo rubato, dopo aver viaggiato lungo il tratto autostradale dell’A/2 “Salerno – Reggio Calabria”, in direzione nord, ed aver deviato per lo svincolo della SS 653 “Sinnica”, ha iniziato a percorrere quest’ultima arteria stradale verso Policoro (MT).

E’ stato proprio lungo di essa che l’equipaggio dell’Aliquota Radiomobile di Senise, all’altezza dello svincolo “Valle Frida”, agro del comune di Francavilla in Sinni, avendo notato il veicolo fermo sul ciglio della strada, si è avvicinato per procedere ad un controllo del mezzo, risultato provento di furto, nel mentre il 59enne si aggirava in maniera sospetta nei pressi dello stesso.

Lo sconosciuto, dopo essere stato identificato, risultando anch’egli residente nella citata cittadina calabrese, ha tentato invano di giustificare la sua presenza in quel territorio, riferendo di esservi giunto grazie al passaggio di un camionista e di non aver nulla a che vedere con l’auto, sebbene si sia trattato di motivazioni inconsistenti che, di fatto, non hanno convinto i Carabinieri.

Piuttosto, nel volgere di pochi minuti, tra l’altro rinvenendo nell’auto in questione anche effetti personali del soggetto, gli stessi militari, portando a termine gli accertamenti del caso, ne hanno appurato in maniera inconfutabile quali fossero le sue reali responsabilità, tanto che di lì a poco lo stesso è stato dichiarato in stato di arresto.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)