Vaccinazioni nel potentino: Amministrazione Comunale, Azienda Sanitaria ed Esercito Italiano danno il via alla campagna rivolta a questi cittadini!

Il 24 e 25 Gennaio prossimi, il centro diurno per anziani di Moliterno (PZ) si trasformerà in un hub vaccinale.

Sarà il Team Mobile del Ministero della Difesa a somministrare la dose Booster ai cittadini moliternesi che si sono prenotati a seguito dell’Annuncio del Comune di Moliterno (PZ).

Centinaia di residenti nel centro valdagrino riceveranno la terza dose di vaccino grazie all’iniziativa resa possibile dalla sinergia tra Amministrazione Comunale, Azienda Sanitaria ed Esercito Italiano.

Nella giornata del 25 Gennaio, il team mobile raggiungerà anche i domicili delle persone rientranti nella categoria dei fragili ai quali è riconosciuta l’assistenza domiciliare.

Nel pomeriggio del 25 Gennaio, grazie a personale medico sanitario volontario e al personale del Reparto di Pediatria dell’Ospedale di Villa D’Agri, verranno somministrate le dosi di vaccino ai piccoli cittadini moliternesi compresi nella fascia d’età 5-11 anni.

Ha dichiarato l’Assessore alla Qualità della Vita del Comune di Moliterno Annamaria Latorraca:

“È fondamentale in questo periodo rafforzare la campagna vaccinale.

La possibilità di coprire con la protezione del vaccino i fragili e i bambini è una scelta che abbiamo operato con grande determinazione e che sicuramente farà vivere con più serenità l’intera comunità”.

Ha concluso il Sindaco di Moliterno, Antonio Rubino:

“Con i vaccini torna la normalità e possiamo far ripartire la vita delle nostre comunità.

Rispondere alle reali esigenze dei cittadini significa dare risposte adeguate ai contesti e alle situazioni, per questo per la quarta volta nel nostro Comune si allestisce un punto vaccinale che, come in altri Comuni, sono la testimonianza di come la sinergia sui territori crea una medicina di prossimità efficace ed efficiente.

Per questo voglio ringraziare ASP ed Esercito Italiano per la disponibilità dimostrata”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)