Dalla Basilicata alla Sicilia: ancora un successo per il nuotatore lucano Luigi! Complimenti

Venerdì 25 Settembre 2020, nello stupendo scenario del canale di Sicilia si è svolta la “Traversata dello Stretto da Punta Faro (ME)” alla spiaggia di Porticello (RC) (distanza di 3.600 metri).

Tra i partecipanti anche gli atleri della A.S.D. Old Friends Nuoto ONLUS di Picerno (PZ) che così raccontano gli attimi più importanti della manifestazione:

“E’ stata una esperienza indimenticabile per molti dei partecipanti (circa 30) i quali hanno affermato che attraversare lo stretto a nuoto è già di per sé una conquista, ma farla con una condizione meteo non delle migliori è tutt’altra cosa.

Un forte vento di scirocco e le condizioni del mare, soprattutto come ci si aspettava a metà percorso, hanno reso la traversata più faticosa delle previsioni.

Tra gli atleti master che si sono cimentati, provenienti da più regioni del meridione, c’era il nuotatore veterano delle acque libere lucane DI LORENZO LUIGI (anche capitano della team lucano OLD FRIENDS NUOTO), che con il pettorale 11 ha ben guidato il gruppo di nuotatori che erano al suo fianco per l’intero percorso e con il tempo di 1h 04’ 21” si è piazzato nei primi se posti della classifica generale.

La Traversata era organizzata con 10 barche di appoggio le quali avevano, per ognuna di queste, 3 atleti da seguire per l’intera traversata e partivano scaglionate di 2’ di distanza, secondo quando prevede la norma COVID”.

Al termine della gara l’atleta lucano Di Lorenzo Luigi ancora emozionato per il suo battezzo dello stretto (a cui partecipava per la prima volta) ha affermato:

“L’emozione più grande è stata quella di vedere i barcaioli sulle barche di appoggio incitare gli atleti.

E’ una gara storica.

Un ringraziamento va a tutto lo staff della Old Friends Nuoto che mi ha permesso di allenarmi in tutto questa fase post-covid”.

Facciamo i nostri complimenti al lucano Luigi che, ancora una volta, ha portato in lato il nome della Basilicata.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)