Potenza, immagini intime in rete, minacce, gioco d’azzardo: forte la richiesta di aiuto dei nostri giovani agli adulti! Ecco l’evento in provincia

Lunedì 12 alle ore 9:30 presso il Centro Sociale a Villa d’agri si terrà un incontro dibattito al quale parteciperanno istituzioni, associazioni, esperti con i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Marsicovetere sul tema Social, giovani e pandemia partendo dall’indagine sociale promossa dal garante dell’infanzia e dell’adolescenza di Basilicata, Vincenzo Giuliano, in collaborazione con la sociologa e criminologa Myriam Russo ed il sociologo Giulio Pica sociologo del ser.D ASP di Potenza.

Dice il Garante Giuliano:

“Ciò che colpisce è la forte richiesta di aiuto rivolta agli adulti ed agli insegnanti da parte dei ragazzi e delle ragazze che percepiscono la propria vulnerabilità rispetto a questi fenomeni, ma che si confidano sempre di meno con gli adulti man mano che crescono.

L’aumento dei fenomeni di cyber-bullismo, quali ad esempio la diffusione di immagini intime in rete o le minacce e gli atti persecutori per via telematica, è sicuramente legato alla rarefazione delle interazioni sociali nel mondo reale ed alla conseguente mancanza di empatia nel relazionarsi non con un coetaneo in carne ed ossa, ma con l’immagine lontana di un anonimo individuo.

Il report Social, giovani e pandemia si basa sulla realtà che vivono i giovani studenti lucani ma che spesso noi adulti non riusciamo a comprenderli.

All’interno del territorio della Val D’agri sono emersi molti dati interessanti ma a loro volta preoccupanti come ad esempio si sono registrate percentuali molto alte sul tema della ludopatia, dove quasi 4 studenti su 5 nella fascia dai 14-18 hanno effettuato almeno una scommessa impiegando denaro con cifre in media di 10-15 euro per volta e la totalità di questi ragazzi non ha mai fatto cenno ai genitori di giocare o scommettere soldi.

Addirittura, il 27 per cento dei maschi ed il 19 per cento delle femmine afferma di avere una carta di credito propria“.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)